La gente ha sempre dichiarato di voler creare un futuro migliore.
Non è vero. Il futuro è un vuoto che non interessa nessuno.
L'unico motivo per cui la gente vuole essere padrona del futuro
è per cambiare il passato.

Milan Kundera

Addio a Guglielmo Gabbi, giornalista libero, ironico e fuori dagli schemi

0

Il 12 luglio si  è spento a Roma, dopo una lunga malattia, il collega Guglielmo Gabbi, un giornalista libero, ironico e fuori dagli schemi. Una vita trascorsa all’ Adnkronos, dove è stato capo del servizio parlamentare e responsabile delle redazioni di Palermo e Napoli,  aveva aperto poi insieme al senatore e dirigente del Partito Socialista Italiano, Antonio Landolfi,  l’agenzia di stampa Fuoritutto, tra le prime e più prestigiose testate online. Da qualche anno era direttore responsabile anche di RS – Ragioni Socialiste, il periodico fondato dal dirigente e parlamentare della sinistra del Psi, Nevol Querci, oggi edito dalla omonima Fondazione di studi storici. E lo scorso maggio, nonostante i gravi problemi di salute, aveva aderito e sostenuto con convinzione le iniziative di solidarietà e difesa della legalità alla Romanina, promosse della Rete di giornalisti ‘NoBavaglio’.

Professionista dal 1972, rigoroso nel lavoro, anticonvenzionale quanto carico di ironia e simpatia, Gabbi era persona di idee e ispirazione socialiste, ma totalmente al di fuori, nella vita come  nella professione , da vincoli e schematismi precostituiti. Era nato a Roma il 3 luglio 1943. Lascia la moglie  Rita Angelino, sua compagna inseparabile da 45 anni,  e due figli, Manuela e Andrea. A loro va il saluto e l’abbraccio della redazione di Futuro Quotidiano.

Sabato 14 luglio, alle ore 10,30, le esequie presso la Parrocchia Mater Dei, all’interno del centro Don Orione, in Via della Camilluccia, 120.

L'Autore

Lascia un commento