La gente ha sempre dichiarato di voler creare un futuro migliore.
Non è vero. Il futuro è un vuoto che non interessa nessuno.
L'unico motivo per cui la gente vuole essere padrona del futuro
è per cambiare il passato.

Milan Kundera

Dalle urne uno tsunami…L’Italia ha voglia di cambiamento

0

Una  valanga di preferenze ai Cinque Stelle e alla Lega.  Dalle urne del 4 marzo è emersa un’Italia divisa in due: Carroccio al Nord e Grillini al Sud. Un voto populista? Sicuramente un voto di forte protesta, una richiesta di attenzione soprattutto da parte del Mezzogiorno, comunque uno tsunami, che è destinato in qualche modo a ridisegnare il volto dell’Italia, un’Italia che ha alzato la voce e sollecitato  un sostanziale e radicale cambiamento. Una richiesta che un paese democratico non può certo ignorare.

L’arduo compito di indicare in questo delicatissimo momento la giusta direzione al paese spetta adesso solo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Niente inciuci, è stata la promessa dei vincitori. Vedremo se la manterranno. Nessuno ha infatti in tasca la maggioranza. E formare un governo che non tradisca il risultato elettorale non sarà un rebus di facile soluzione. Cinquestelle e Lega? Cinquestelle e Pd (che è stato sonoramente bocciato dagli elettori)? Un esecutivo tecnico di larghe intese? La parola al Quirinale.

Vedi i risultati: http://www.interno.gov.it/it/speciali/elezioni-2018

L'Autore

Lascia un commento