La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

Doing Business Ranking 2020, il grande balzo del Marocco

0
 Il Marocco ha registrato un balzo di 7 posti nella classifica Doing Business 2020 della Banca Mondiale, resa pubblica oggi a Washington, per raggiungere il 53 ° posto su scala globale. “Questa svolta segna un significativo passo avanti nel raggiungimento dell’obiettivo del Marocco di raggiungere le 50 maggiori economie più grandi del mondo entro il 2021″, ha dichiarato il Dipartimento del Capo del governo in una nota. Il Marocco mantiene il comando in Nord Africa e occupa il terzo posto nella regione MENA, dietro gli Emirati Arabi Uniti (16 °) e il Bahrein (43 °), e di fronte all’Arabia Saudita (62), Oman (68), Giordania (75), Qatar (77), Tunisia (78), Kuwait (83) ed Egitto (114).
A livello africano, il rapporto rileva che il Marocco mantiene la sua terza posizione alle spalle di Mauritius, che occupa il 13 ° posto nel mondo, il Ruanda (38 °) e davanti al Kenya (56 °), il Sudafrica (84 °), Senegal (123 °) e Nigeria (131 °). “Il punteggio del Marocco in questa nuova classifica mondiale è dovuto all’adozione di una serie di importanti misure e riforme relative agli affari e alle attività delle società marocchine, che rientrano nel quadro del programma di lavoro del Marocco. Comitato nazionale per l’ambiente imprenditoriale (CNEA) “, afferma la dichiarazione. Il segretariato di questo comitato ha anche svolto un ruolo importante nel presentare agli esperti della Banca mondiale le riforme introdotte per migliorare il clima imprenditoriale nel nostro paese, principalmente legate allo sviluppo di quadri giuridici e regolamentari per le aziende, nonché la semplificazione e la digitalizzazione di una serie di procedure amministrative relative al ciclo di vita aziendale, oltre alla creazione di piattaforme elettroniche per servizi e sportelli unici.
Riforme della legge n. 17.95 sulle società per azioni e la legge n. 5.96 in materia di società di persone, società in accomandita semplice, società in accomandita semplice, società a responsabilità limitata e joint venture, sono state tra le maggiori riforme entrate in vigore nel corso dell’anno. Queste riforme, spiega la stessa fonte, hanno contribuito a rafforzare la protezione degli investitori di minoranza e a stabilire il principio di trasparenza e buon governo basato sugli standard internazionali in questo settore. Di conseguenza, la classifica del Marocco nell’indice di protezione degli investitori di minoranza è passata dal 64 ° al 37 ° posto, si osserva. Inoltre, il Marocco si è classificato 16 ° nell’indice dei permessi di costruzione lanciando una nuova versione della piattaforma elettronica per la gestione digitale dei permessi di costruzione.
Anche la classifica marocchina nell’indice di connessione alla rete (34 ° a livello globale rispetto ai 59 dell’anno scorso) è migliorata grazie alla facilitazione del collegamento elettrico delle società di Casablanca attraverso il lancio di una piattaforma elettronica, chiamato “e-Connection”, per l’archiviazione e il follow-up delle richieste di connessione in media tensione e lo sviluppo dell’uso di sottostazioni prefabbricate. Il rapporto della Banca mondiale menziona anche una serie di altre riforme che hanno contribuito al miglioramento del clima imprenditoriale del Marocco e alla sua classifica internazionale, in questo caso:
-L’istituzione di un sistema automatizzato per l’assegnazione dei casi ai giudici e la pubblicazione di relazioni sull’esecuzione dei tribunali, che ha facilitato l’esecuzione di contratti e ha permesso al Marocco di raggiungere il 60 ° grado nel mondo ;
-L’istituzione di un sistema di pagamento elettronico delle tasse portuali, l’eliminazione delle procedure di transito su supporto cartaceo e l’estensione dell’orario di lavoro nel porto, che ha accelerato le operazioni commerciali transfrontaliere e spinto il Marocco alla 58a posizione in tutto il mondo; -La riduzione dell’aliquota fiscale sulle società adottando un sistema progressivo di tassazione delle società, che ha permesso al Marocco di raggiungere il 24 ° posto nel mondo dell’indice di performance fiscale.
Con questo risultato, il Marocco ha fatto un passo verso il raggiungimento dell’obiettivo fissato dal programma governativo di integrare il Paese tra le 50 migliori economie del mondo in termini di miglioramento del clima aziendale qui al 2021.

L'Autore

Lascia un commento