Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi,
molto prima che accada.

Rainer Maria Rilke

Egitto, un esempio per il mondo: il Canale di Suez raddoppiato in un anno

0

suezIl 6 agosto 2014, il presidente El Sisi promise: “Il raddoppio del canale di Suez sarà ultimato entro il 6 agosto 2015 “. Ecco, infatti, il 6 agosto 2015, la grande cerimonia in presenza dei più potenti del pianeta e, soprattutto, del popolo egiziano presente in massa, che vedono incrociarsi colossali navi provenienti da sud e da nord, di notte e di giorno, grazie al raddoppio del canale. L’ammiraglio Mohab Mumish, presidente dell’Autorità del Canale di Suez (Sca) dichiara: “Trentamila egiziani hanno lavorato giorno e notte per un anno per donare al mondo un enorme vantaggio. Ecco l’Egitto cosa è capace di fare”. Si, è incalcolabile il risparmio energetico, la conseguente riduzione di inquinamento e l’abbattimento dei costi che si otterrà tramite il nuovo braccio del canale, che riduce i tempi di attaversamento da diciotto ad undici ore e potenzia la dimensione e il numero delle navi in transito. Un beneficio enorme per Europa, Asia, Africa, Australia e perfino nord America: la tratta Singapore – New York, seguendo il Canale di Panama, è di 12506 miglia, con il Canale di Suez si riduce a 10133 miglia; Colombo – New York, percorrendo il Canale di Panama, è di 14073 miglia, con il Canale di Suez di 8600 miglia.

Il Canale di Suez è il primo al mondo per il suo “innalzamento“ artificiale del livello dell’acqua, necessario per colmare il dislivello tra le acque del Mediterraneo e quelle del Mar Rosso. E’ impossibile non paragonare questa nuova opera all’Egitto faraonico, non solo per la sua grandiosità o per l’incredibile velocità con cui è stata eseguita, ma, sopratutto, perchè questa opera è un’espressione di altissimegittoa civiltà, in quanto costituisce un guadagno permanente per tutto il pianeta. La storia del canale di Suez ha inizio durante la civiltà faraonica, ma il canale fu abbandonato e riaperto innumerevoli volte. Il re Dario I di Persia lo riaprì nel 522 a.C., Tolomeo II nel 285 a.C. al tempo della Bibliotheca Alexandrina, l’imperatore romano Traiano nel 117 d.C. ed ancora Amro Ibn Elas nel 640 d.C. con la conquista islamica. Fu poi richiuso nel 767. Dopo più di mille anni, con Napoleone III, finalmente, si pensò di creare un importante canale per il transito mondiale ed arriviamo così alla grandiosa apertura del 17 novembre 1869. In tale occasione, anche le Filippine ebbero un immediato profitto per le loro relazioni commerciali con la Spagna, ma, ancora a causa di conflitti, il canale venne chiuso, per poi essere riaperto nel 1956 quando il presidente Gamal Abdel Nasser lo nazionalizzò, facendolo diventare Sca.

Si prevede che l’apertura del nuovo braccio del canale faccia salire gli incassi egiziani da 5 miliardi di dollari a 17 nel 2023. E’ atteso, a breve, l’ampliamento di Porto Said con un’istallazione industriale di 40 milioni di metri quatri che, assicura Mohab Mumish ad El Sisi, genereranno 500mila posti di lavoro. In programma, inoltre, un importante potenziamento delle aree vicine di Ein El Sokhna, Ismailia e Qantarat. Diecimila addetti alla sicurezza ed eccezionali mezzi per l’ordine pubblico stanno garantendo una manifestazione assolutamente pacifica.

 

EGYPT, AN EXAMPLE TO THE WORLD: The Suez Canal doubled in one year! Benefits for the entire planet

ssl0.ovh.netOn 6 August 2014, the President El Sisi promises: “the doubling of the Suez Canal will be completed on Aug. 6, 2015”. Here, on 6 August 2015, the grand ceremony in the presence of the most powerful people in the world and especially the presence of an immense mass of Egyptian people who see crossing colossal ships coming from south and north, night and day, through the doubling of the Suez channel. Admiral Mohab Mamish, president of the Suez Canal Authority (Sca) said: “Thirty thousand Egyptians have worked day and night for a year to give the world a huge benefit. Here what Egypt is capable to do. ” Yes, it’s incalculable energy savings, thus reducing pollution and cost savings that can be obtained through the new branch of the canal which reduces time of crossing from eighteen to eleven hours and enhances sizes and number of ships in transit. A huge advantage for Europe, Asia, Africa, Australia, and even North America: Singapore- New York via the Panama Canal 12,506 miles, via the Suez Canal 10133; Colombo New York via the Panama Canal 14,073 miles, 8,600 miles via Suez Canal.

The Suez Canal is the first in the world for its artificial sea raising of water level, necessary to bridge the difference in level between the waters of the Mediterranean and the Red sea. It is impossible do not to compare this new work to Pharaonic Egypt, not only for its grandeur, not only for the incredible speed with which is performed, but especially because this work is expression of high civilization as a permanent advantage for all the planet. The history of the Suez Canal begins during the Pharaonic civilization, but the canal was abandoned and reopened many times. King Darius I of Persia reopen in 522 b. C. , then was reopened by Ptolemy II in 285 b. C. at the time of the Bibliotheca Alexandrina, then by Roman emperor Trajan in 117 BC and again from Amroegitto Ibn Elas in 640 BC with the Islamic conquest in 767 and closed. After more than a thousand years, with Napoleon III finally we think of creating an important channel for the world transit and so we come to the grand opening of 17 November 1869. On this occasion, also the Philippines, had an immediate advantage, for their trade relations with Spain. But again due to conflicts channel it is closed and reopened in 1956 when the president Gamal Abdel Nasser nationalized as Sca (Suez Canal Authority).

The opening of the new canal branch is expected to face up an Egyptian profit raising from $ 5 billion to $ 17 billion in 2023. An expansion of Port Said East harbor is expected in the near future with a connected industrial area of 40 million square meters and Mohab Mumish ensuring to President El Sisi to generate 500,000 jobs. A strong expansion of the nearby areas of Ain El Sokhna, Ismailia and Qantarat is planned in the near future. Ten thousand security officers and exceptional means for ensuring public order , are guaranteeing an event absolutely quiet.

 

Federico Wardal

L'Autore

Lascia un commento