Sogni, promesse volano... Ma poi cosa accadrà?

Gianni Rodari

A Istanbul il summit dei giovani imprenditori

0

ssl0.ovh.netL’imprenditrice bolognese esperta di food innovation Sara Roversi, fondatrice di You Can Group e del trust Future Food Institute Ffi), tra i promotori – insieme a Institute for The Future di Palo Alto (Iftf) e Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore) – della prima edizione del master internazionale Food Innovation Program (Fip), parteciperà come relatrice al G20  Young Entrepreneur Alliance (Yea) Summit che si terrà dal 7 al 9 settembre 2015 a Istanbul e che vedrà coinvolti oltre 400 giovani imprenditori da tutto il mondo. La delegazione italiana, di cui Sara Roversi fa parte, sarà guidata da Luca Donelli (Responsabile Rapporti Internazionali e Comunitari) e dallo sherpa Nicola Altobelli.

Nato nel 2009 con un primo G8 a Stresa, concepito dal gruppo dei Giovani Industriali di Confindustria, il G20 Young Entrepreneur Alliance oggi è un network globale composto da una rappresentanza di giovani imprenditori espressione del contesto economico dei diversi paesi. Il G20 Yea si riunisce ogni anno allo scopo di condividere idee e best practices, ed identificare azioni che assieme ai governi, alle grandi imprese e alla società civile, siano capaci di avere un impatto reale e positivo sul mondo. Temi centrali di questo confronto internazionale sono la creazione di occupazione giovanile, l’innovazione, la crescita economica e lo sviluppo sostenibile. “I giovani imprenditori – afferma Sara Roversi – per indole non si limitano alle parole, ma dimostrano coi fatti l’impatto del movimento: si è stimato che, dalla sua nascita, i membri del G20 Yea abbiano creato oltre 10 milioni di posti di lavoro. La sfida è rendere la coscienza di questo gruppo di menti eccellenti, una coscienza collettiva, in grado di oltrepassare confini culturali, religiosi, politici e sociali; in grado di ispirare le nuove generazioni e contaminare positivamente il contesto politico”.


L'Autore

Lascia un commento