Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta.

Paul Valéry

Hong Kong. La Cina si arrende alla piazza

0

Pechino si è arresa alla piazza di Hong Kong. La governatrice Carrie Lam ha ritirato formalmente la legge sull’estradizione in Cina, all’origine delle  proteste, di cui da tre mesi è protagonista l’ex colonia britannica. La nuova normativa si apprestava a diventare, secondo gli oppositori, un potente strumento di repressione politica nei confronti dei dissidenti. Contro Pechino, che aveva minacciato di schierare l’esercito e ha ordinato l’arresto di numerosi esponenti dell’opposizione, hanno levato la loro voce l’Unione Europa e gli Stati Uniti, esprimendo preoccupazione  per la libertà e l’autonomia di Hong Kong.

L'Autore

Lascia un commento