La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

I miracoli di Xi Jinping nella Cina Moderna. Il punto di vista di Simona Agostini

0

Uno dei risultati più importanti che il Presidente Xi Jinping sia riuscito a concretizzare è stato quello di traghettare il Partito Comunista Cinese in un programma aggiornato ai tempi: “il socialismo con caratteristiche cinesi”, un pensiero elaborato per la nuova èra che è entrato a far parte della costituzione del PCC. Tutto questo ha permesso alla Cina, con visione lunga, di  rafforzare il suo ruolo di protagonista nel mondo intero.

Il grande sforzo di dare spazio alla classe media, combattere con forza le ricchezze sfrenate delle grandi società, lottare contro la corruzione nel sistema economico e finanziario, aver tolto dalla povertà assoluta più di un miliardo di persone, costruire una nazione competitiva rispettando gli equilibri mondiali. Il paradigma cinese oggi si gioca anche sui colori nero e verde: meno carbone, più energia rinnovabile, (-60% di uso del carbone per contenere l’inquinamento),più aria pulita. Questi soltanto alcuni dei principali meriti del Presidente Xi.

Il presidente Xi sta dimostrando di voler costruire un  mondo diverso: “non è vero che se non c’è democrazia non c’è mercato e viceversa”,e così la sua leadership illuminante sta abbattendo barriere ideologiche portando alla Cina una autonomia economica crescente.

OBOR iniziativa altamente politica

Il Presidente Xi ha una grande capacità di implementare una sana competitività, questa sua visione crea nuovi equilibri che penalizzano le malate società occidentali. Con OBOR (One Belt One Road), iniziativa altamente politica, la Cina, tenendo conto degli interessi degli altri Paesi, riattiva ciò che gli altri trascurano.

La Cina stipula impegni congiunti di pace con Pakistan e India, in Kazakistan costruisce strade, ponti, ferrovie, Astana si è trasformata in una delle più moderne capitali Asiatiche. La Cina è il primo attore di OBOR ed ora è impegnata anche in Uzbekistan, Tagikistan, ed Egitto.

Con le costanti e ripetute visite in Africa il Presidente Xi, al suo ritorno, porta a casa accordi consistenti per lo Stato cinese, ma utilissimi anche per le popolazioni locali. Stipula contratti per lo scambio campo di merci, per l’acquisto di petrolio e gas, per la realizzazione di nuove vie di trasporto e nuove strade di comunicazione.

“OBOR non è una iniziativa per far nascere un Club, ma per generare una cerchia di amici più ampia possibile”, questi gli intendimenti del Presidente Xi al vertice di Pechino, auspicando che anche i rapporti tra Cina e Stati Uniti possano passare per le Nuove Vie della Seta.

Il crescente attivismo geostrategico della Cina

Il crescente attivismo geostrategico della Cina la porta ad essere sempre più una grande una potenza per il commercio marittimo, ma anche militare. La sua flotta militare nella è presente nel Pacifico e in tangibile e costante crescita, dimostrato dal varo di portaerei presenti nelle acque cinesi. Pensando alla Penisola Coreana la Cina dimostra di voler mantenere il suo essenziale ruolo nell’area, cercando sempre di evitare che nascano conflitti.

La Repubblica Popolare Cinese ha fatto un matrimonio di interessi con la Federazione Russa, un matrimonio costruito su interessi economici e finanziari, basato sul trasferimento delle innovazioni puntando a ristabilire un equilibrio mondiale nello sviluppo tecnologico.

Ora si attendono le mosse degli USA. Recentemente il Presidente Trump sembra propenso ad un accordo commerciale complessivo con la Cina, che potrebbe indirizzare le due superpotenze verso un equilibrio anche nel delicato settore dell’Asia sud orientale.

La Cina riafferma che Taiwan è territorio cinese, per il quale si possono prevedere autonomie tipo quelle concesse ad Hong Kong e Macao, ma il processo di unificazione è piuttosto complesso, e ci auguriamo che non crei nervosismi a livello  internazionale.

C’è chi a volte cerca di alimentare tensioni all’interno della Cina, ma con scarsi risultati. La filosofia cinese impone di conoscere quale è la rotta. La Cina sembra saper comprendere bene come difendersi.

Nel panorama internazionale con l’Europa e con l’Italia

Quando esiste un vuoto la Cina interviene, perché come sappiamo, in natura il vuoto non esiste, e la Cina non si lascia sfuggire l’opportunità di riempire quel vuoto, ma sempre considerando gli interessi degli altri popoli!

L’Europa ha negato la collaborazione ai Balcani? La Cina ne ha finanziato le vie di trasporto. Bisogna partecipare e non stare a guardare. Questa è una lezione che l’Europa dovrebbe imparare.

Per quanto riguarda L’Italia ci sono molte scelte fondamentali da prendere riguardo all’OBOR. Naturalmente il nuovo governo italiano deve cercare di tenere presente i rapporti con gli USA e con l’Europa ma appare molto interessato alle proposte cinesi viste le numerose visite da parte dei nostri governati. L’Italia ha perso molte occasioni perché non è riuscita a fare delle scelte, ci auguriamo che il nuovo governo sappia trovare la strada giusta.

Un modello di crescita da imitare

Negli anni 90 la Cina presentava la sua linea di ricostruzione di se stessa che ha pochi precedenti nell’umanità. I traguardi programmati al 2021 per i 100 anni della fondazione del PCC ad una società moderatamente prospera, stanno dando il loro frutti e mostrano la capacità della Cina di saper raggiungere traguardi importanti.

La leadership tecnologica e politica alla cinese ha un grande peso nell’economia mondiale, cambiando se stessa la Cina sta cambiando il mondo. La Cina nel mondo è diventata un modello di crescita da imitare.

 

L'Autore

Lascia un commento