La gente ha sempre dichiarato di voler creare un futuro migliore.
Non è vero. Il futuro è un vuoto che non interessa nessuno.
L'unico motivo per cui la gente vuole essere padrona del futuro
è per cambiare il passato.

Milan Kundera

I tragici capelli

1

Ci sono solo poche certezze per la Miccolis in una vita sospesa, senza punti fermi e da affrontare giorno per giorno. Una di queste è vivere nella meravigliosa città eterna, Roma, dopo aver passato sette anni all’estero ed essere stata sballottata in diverse città italiane per lavoretti vari. Da premettere che Miccolis si sente come il protagonista di “8 e mezzo”, intrappolato senza respiro, che vola in aria e poi precipita, e non sa dove approdare. Ogni giorno si dice, “ce la farò”, e in sella alla bicicletta gira per stradine, viuzze e stradoni, osserva i personaggi che popolano Roma, ascolta ridendo le loro parole, perché come diceva il grande Zavattini ai suoi discepoli “andate in giro e prendete nota di quello che dicono.” Roma è piacevole, ironica, con la battuta pronta; anche lenta e arrabbiata, un po’ sporca e abbandonata, ma sempre pronta ad accoglierti: una mamma, diceva Fellini.

[tentblogger-youtube SIT0H7swwyI]

La ragazza in bicicletta , a seconda del suo stato d’animo, può vedersi un film al giorno, rigorosamente al cinema e rimanere con le tasche bucate per un bel po’ di tempo. È un tipo solitario, incredibilmente rimane da sola e fa tutto da sola anche quando sta insieme a qualcuno, eppure la conoscono in molti ed è una cosa che non si spiega, spesso si chiede come sia possibile. Ama considerare la vita come un film e le cose le capitano effettivamente in maniera surreale, incontri particolari con persone che mai si sarebbe sognata, cene in luoghi da favola, e avvenimenti che colorano la sua vita in maniera divertente, ma che in realtà nascondono lati più malinconici. Ecco dunque delinearsi il personaggio, gambe in movimento sulle ruote veloci, i capelli spettinati al vento, a volte crespi a volte a boccoli, il colore cangiante a seconda dei miscugli che usa per colorali. L’ultima volta che è passata da un negozio di prodotti per capelli è stata al centro dell’attenzione di vari persone, il venditore, gli acquirenti, i parrucchieri: “ha dei capelli orribili” “solo con la cheratina le si aggiusteranno”, “niente più colori o li distruggerà”. Miccolis si sentiva accerchiata, guardava prima l’uno poi l’altro, ma l’unica cosa che capiva era che non aveva soldi per andare dal parrucchiere e fare i vari trattamenti; che i suoi capelli non piacevano a nessuno. Alla fine con voce fioca, ringraziando tutti, si comprava il solito prodotto a basso prezzo, un altro ennesimo colore con la speranza che questa volta ci avesse preso. E comunque pensava a Penelope Cruz nel film Volver e si diceva “che fa, con un fiore fra i capelli nessuno si accorgerà dei tanti miscugli”.

[tentblogger-youtube FpIKPfj3Zro]

Stefania Miccolis

L'Autore

1 commento

  1. “Che fa, con un fiore fra i capelli…….” Ecco, non fa niente. Niente ormai fa più niente, credo che la corazza, bella bella abbiamo imparato a tenerla su ma il capello parla!!!! E racconta di tempeste e di approdi, di mare mosso e di calma piatta….con tutti i miscugli, i colori, i ricci e i capricci. E noi viviamo sotto questa massa e a modo nostro ci godiamo la felicità!!!!!!

Lascia un commento