La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

In arrivo dalla Cina i robot volanti, una nuova generazione di droni

0

I droni possono semplificare il nostro stile di vita. Non è lontano il tempo che effettuando un ordine tramite una semplice applicazione per smartphone ci verrà consegnata la colazione o il pranzo in modo alternativo : con un robot volante! Negli ultimi venti anni la Cina ha ottenuto risultati impressionanti in materia aerospaziale ed elettronica per la difesa militare, ma domina nel mercato internazionale dell’hardware sui droni, anzi, sembra stia superando la tecnologia americana.

L’industria della robotica e dei droni (sistemi aeromobili a pilotaggio remoto “APR” e velivoli senza pilota “VSP o UAS – unmanned aircraft system), sta conoscendo un vero e proprio boom su scala globale. Questa tecnologia molto seria ed avanzata, prevede il massimo degli investimenti per i prossimi cinque anni e le maggiori industrie mondiali del settore si avvicinano a questo mercato che promette proventi da capogiro. La crescita è dovuta alla continua innovazione ed alla grande flessibilità di impiego dell’automazione. Le industrie del comparto continuano ad esplorare la vasta gamma di applicazioni e casi di utilizzo per i droni, passando dalla fotografia aerea alle consegne via drone (Amazon Prime), al monitoraggio dell’agricoltura di precisione, all’osservazione delle acque oltre che ad essere impiegati per scopi bellici.

Che cosa sono i droni e il loro utilizzo

I droni sono degli oggetti che, mediante un piccolo motore, hanno la capacità di volare negli spazi aperti e consentono di effettuare diverse tipologie di operazioni. Vengono guidati da remoto, cioè da terra, senza avere la necessità di un pilota all’interno, attraverso un computer.

I droni, oltre che per scopi militari possono essere usati per monitorare le culture delle aziende agricole, equipaggiati con camere termiche  e multi spettrali possono essere in grado  di raccogliere dati di eventuali attacchi patogeni delle culture, oppure possono essere utilizzati per la ricerca dei dispersi in luoghi difficilmente accessibili all’uomo, per la prevenzione di incendi boschivi, oltre che per il monitoraggio delle operazioni di spegnimento quando l’incendio è in corso. Nel comparto energetico possono effettuare l’ispezione delle reti elettriche, il monitoraggio degli impianti fotovoltaici ed eolici, ma anche di gasdotti e oleodotti. L’utilizzo di questa tecnologia ormai va oltre lo scopo ludico, come riprese aeree, filmati per matrimoni, o per far trascorrere del tempo in totale divertimento al proprietario che la usa per scopi personali. I droni stanno avendo un grande impatto anche sulla economia reale e in parecchi settori economici. Amazon Prime ad esempio ha pensato di utilizzare i droni per le sue consegne, tanto che una volta effettuato l’acquisto il prodotto viene consegnato in giornata sfruttando un radiocomando per farlo arrivare a destinazione al cliente.

Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto e velivoli senza pilota dalla Cina

I Cinque mercati mondiali che dominano per volumi la commercializzazione di questo comparto sono : Stati Uniti, Cina, Giappone, Crea del Sud, Germania e Italia.

La crescita esponenziale del mercato cinese (+63,2% annuo) permetterà alla Cina entro il 2022 il sorpasso sugli Stati Uniti. All’Airshow di Zhuhai  la Cina ha mostrato al mondo i suoi progressi in tema di “velivoli senza pilota” (Droni). L’evento ha visto l’industria cinese svelare diverse tecnologie estremamente avanzate nel campo della propulsione, dei radar e delle tecnologie Stealth, ma  la maggiore attenzione si è concentrata su un nuovo drone, il CH-7 che per caratteristiche può essere paragonato al dimostratore americano XB-47B di Northrop Grumman o all’ RQ-170 Sentinel prodotto dall’americana Lockheed Martin. La presentazione del Know-how di questo nuovo prodotto altamente tecnologico potrebbe cambiare l’equazione riguardante la distribuzione del potere militare. Un altro drone innovativo creato dalla Cinese SwellPro e importato da Drone Store Italia è lo “Splash Drone 3”, si tratta del primo quadricottero totalmente impermeabile e con capacità di galleggiamento, utilizzabile in mare anche con pioggia e vento, ad esempio per trasportare un salvagente ad un naufrago o ad un bagnante in difficoltà.

Droni marini, droni navali di superficie ,droni aerei e droni militari dall’ Italia

L’Italia che vanta più di 8.000Km. di coste si à preparata a questa grande rivoluzione tecnologica con una interessante flotta di droni subacquei che permettono di esplorare le profondità di mari e oceani. Questi robot marini sono in grado di raggiungere fondali inesplorati e documentare con telecamere e sensori l’ambiente sommerso, come relitti affondati o testimonianze di antiche civiltà a profondità inaccessibili all’uomo. Questi droni e robot vengono utilizzati per il monitoraggio dell’ecosistema sommerso, per la mappatura dettagliata dei fondali e per l’esplorazione dei siti archeologici, come imbarcazioni affondate o le vestigia di antichi porti o città. La Marina Militare italiana li ha utilizzati per ritrovare il sommergibile “Guglielmotti” affondato durante la Prima Guerra Mondiale a largo dell’isola di Capraia e il CNR per misurare i parametri ambientali sottomarini nelle isole Svalbard nell’Artico Norvegese.  Non mancano poi le applicazioni nel settore della sicurezza e del soccorso, come ad esempio in casi di naufragio, oppure per altri generi di bacini come ad esempio il controllo dell’inquinamento dei fiumi, le verifiche strutturali delle dighe, per individuare perdite all’interno di grandi tubature sotterranee per la distribuzione dell’acqua, per i gasdotti, oleodotti e pipeline per il trasporto del petrolio.

Gli investimenti e la spesa globale in Robot e Droni

La IDC (International Data Corporation), il primo global provider del mercato di intelligenza artificiale, in un suo report pubblicato lo scorso dicembre (https://www.roboticsbusinessreview.com/AUTHOR/RBR_STAFF/)ha comunicato che nel 2018 il mercato dei droni si è chiuso positivamente con una spesa complessiva di 9.3 miliardi di dollari, ma  nel 2019 si prevede una crescita di mercato del 40% e un ulteriore incremento del 18% per i servizi offerti dai droni. Nel 2018 i settori delle utilities e delle costruzioni hanno investito rispettivamente 925 e 808 milioni di dollari, seguiti dalle industrie manifatturiere e di processo. La spesa globale in sistemi di robotica e droni per il 2019 si ipotizza possa essere di circa 115,7 miliardi di dollari con un incremento rispetto al 2018 del 17,6%. La Cina sarà il Paese che effettuerà la maggiore spesa nel 2019 in droni e robotica, con 38,5 miliardi di dollari (dei quali 36,1 miliardi di dollari nei sistemi di robotica). Gli stati Uniti spenderanno 17.2 miliardi in robotica e droni (di cui 4.8 miliardi di dollari in droni – da IDC report). Dal 2019 al 2022 è previsto un aumento di  spesa fino a  210,3 miliardi di dollari con un incremento annuo di circa il 20,2%.

Ognuno deve sapere

Tutte questo nuove tecnologie sono ancora poco conosciute dalla gente comune  ma sono un vero proprio comparto d’eccellenza per la collettività. Università, Forze Armate, Corpi Armati dello Stato, e aziende specializzate di tutto il mondo si sono confrontate per fare il punto su queste nuove scoperte  tecnologiche, nuove partneship sono state create per esplorarne la crescita. I droni possono semplificare il nostro stile di vita. Non è lontano il tempo che effettuando un ordine tramite una semplice applicazione per smartphone ci verrà consegnata la colazione o il pranzo in modo alternativo : con un robot volante!

L'Autore

Lascia un commento