«Lei sogna di ..far tredici? » Ma lo farà sicuro!

Gianni Rodari

In libreria la nuova guida della Custodia di Terra Santa

0

Ottocento pagine che raccontano la storia, la religione, l’arte e l’archeologia della Terra Santa. Trentadue pagine a colori con le mappe delle principali città e dei siti archeologici più significativi. Più di 200 luoghi descritti in maniera dettagliata, con gli orari di apertura e tutte le informazioni utili per i turisti. Puntuali riferimenti biblici per ogni località, con oltre 180 brani riportati integralmente.

Sono solo alcuni numeri della nuova “Guida francescana per pellegrini e viaggiatori” (in questi giorni in libreria) dedicata a chi vuole scoprire Israele, Palestina, Giordania e Sinai. Un volume unico, la più completa guida di Terra Santa mai realizzata, curata da fra Heinrich Fürst e fra Gregor Geiger. Il testo che non può mancare nella borsa da viaggio di chi vuole conoscere in maniera approfondita i luoghi più noti della Terra Santa. Ma anche piccoli santuari, chiese, luoghi che spesso vengono – ingiustamente – considerati “minori” e che quindi non vengono compresi negli itinerari tradizionali.

Gli autori uniscono alla propria vasta competenza archeologica, biblica, storica e geografica la passione per queste terre, amate e attraversate più volte, in solitaria o accompagnando gruppi di pellegrini. I loro preziosi consigli – dettati anche dall’esperienza diretta – rendono l’esperienza del viaggio unica e indimenticabile.

Proprio la cura per il dettaglio, l’approfondimento, le spiegazioni accurate, i continui rimandi ai testi biblici fanno di questa guida uno strumento irrinunciabile per tutti quei pellegrini e viaggiatori che vogliono affrontare “l’ascesa” verso Gerusalemme. «Le peculiarità di questa guida sono molte – scrive nella prefazione, fra Francesco Patton, Custode di Terra Santa –. Anzitutto ci fa percorrere le strade della Terra Santa con la Bibbia in mano e ritroviamo località piccole e grandi che hanno fatto da cornice alla storia della Salvezza, da Abramo fino alla predicazione dei primi discepoli di Gesù». Molti testi biblici (circa 180) sono riportati integralmente, rendendo più agevole la lettura durante i vari passaggi della visita.

Una guida francescana e non solo perché scritta da due frati minori e perché assunta dalla Custodia di Terra Santa come strumento di riferimento, ma soprattutto «per quello spirito di devozione alla terra di Gesù che fu anzitutto di Francesco d’Assisi», scrive ancora fra Patton.

L'Autore

Lascia un commento