La gente ha sempre dichiarato di voler creare un futuro migliore.
Non è vero. Il futuro è un vuoto che non interessa nessuno.
L'unico motivo per cui la gente vuole essere padrona del futuro
è per cambiare il passato.

Milan Kundera

L’Algeria va al voto il 4 luglio

0

L’Algeria ha un nuovo presidente. Il successore ad interim di Abdelziz Bouteflika è un uomo dell’apparato, Abdelkader Bensalah , che fino ad oggi ricopriva l’incarico di presidente del Senato e del Consiglio della nazione. Ed è già rivolta contro la sua nomina. Sono infatti continuate  le proteste nelle piazze di tutto il paese. Intanto è stata fissata per il 4 luglio la data per le nuove elezioni presidenziali.

Settantasette anni, Bensalah, ha ottenuto un mandato di tre mesi per portare il Paese ad elezioni presidenziali, alle quali non potrà  candidarsi. Eè un esponente del Rally democratico nazionale, il partito che fa capo all’ex primo ministro Ahmed Ouyahia, alleato del Fronte di Liberazione Nazionale di Bouteflika, che il 2 aprile si è dimesso, cedendo alla richieste della piazza che da settimana invocava il suo ritiro dalla scena politica.  Un annuncio che era giunto a sorpresa dopo l’ultimo rimpasto di governo e la promessa di lasciare il mandato il 28 aprile, giorno della sua scadenza naturale.

Bouteflika aveva informatocon per lettera il Consiglio costituzionale della sua decisione di porre fine al mandato presidenziale affinché si potesse dare attuazione all’articolo 7, 8 e 102 della Costituzione, invocato n dal capo di stato maggiore dell’esercito Ahmed Gaid Saleh in considerazione dello  stato di salute del presidente.

 

L'Autore

Lascia un commento