Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi,
molto prima che accada.

Rainer Maria Rilke

Hong Kong, continua la protesta

0

Fa paura a Pechino l’onda d’urto che arriva Hong Kong, dove continuano le manifestazioni di protesta contro la nuova legge sull’estradizione,  sollecitata dal governo centrale per controllare i processi soprattutto nei confronti dei cosiddetti criminali politici, entrata in vigore e poi sospesa dal governatorato.

Contro i manifestanti, che da sette settimane sfilano nella strade e nelle piazza della città per chiedere più democrazia e libertà,  la polizia usa manganelli e spray urticante. Ma domenica 21 luglio  la situazione si è pericolosamente deteriorata quando contro i dimostrant sono intervenuti gruppi  di picchiatori armati con mazze e bastoni, che indossavano una maglietta bianca e una mascherina sulla bocca: 45 persone sarebbero rimaste ferite sotto i loro colpi. Non è ben chiaro chi siano e sull’episodio sta indacando il Partito democratico di opposizione all’amministrazione guidata da Carrie Lam, che in un comunicato firmato da 24 parlamentari ha accusato la polizia di collusione con le Triadi, l’organizzazione mafiosa molto radicata a Hong Kong, per non aver arrestato gli squadristi.

 

L'Autore

Lascia un commento