La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

Sicurezza e Difesa: lo IAI si conferma think tank leader

0

L’Istituto Affari Internazionali (IAI), think tank fondata da uno dei ‘padri’ dell’Unione Europea, il co-autore del ‘Manifesto di Ventotene’, sta inanellando importanti affermazioni in campo internazionale. Nei mesi scorsi ha, infatti, vinto cinque importanti bandi dell’UE sulle tematiche della sicurezza e difesa: tre dell’Agenzia Europea per la Difesa (European Defence Agency – EDA) e due della Commissione Europea.In particolare, due progetti sono di durata quadriennale e vedono lo IAI quale coordinatore di un team di think tanks e Università europee.

Sicurezza e Difesa: lo IAI si conferma think tank leaderIl primo progetto di più lunga durata, per l’EDA, affidato all’Istituto lo mette alla guida di un gruppo di lavoro di 19 ricercatori, espressi da Centri studi che hanno sede in Francia, Germania, Grecia, Polonia, Regno Unito e Svezia, al fine di fornire all’EDA una costante analisi delle capacità militari dei 28 Paesi UE e dei relativi trends per i prossimi 4 anni. Un’iniziativa inedita, che offrirà indicazioni importanti anche sul fronte della costituzione di un esercito europeo.Nel secondo progetto quadriennale, il gruppo di ricerca guidato dallo IAI è stato selezionato in una shortlist di team che potranno competere per fornire tempestivamente studi e brevi analisi su vari aspetti dell’industria europea della difesa, di volta in volta scelti dall’EDA.L’Istituto coordina un gruppo ‘virtuale’ di 29 ricercatori facenti capo a 11 tra think tanks e Università europee.

Le ricerche in materia di ‘Security and Defence’, finanziate dalla UE rappresentano un ‘cavallo di battaglia’ dello IAI, che già da 10 anni è stella polare per le Istituzioni europee preposte al settore, grazie al suo programma ‘Sicurezza e Difesa’ – diretto da Michele Nones, che, a partire dal 2005, si colloca al crocevia tra le politiche adottate dalle istituzioni nazionali ed internazionali nel campo sicurezza&difesa, le dinamiche industriali e tecnologiche, gli sviluppi operativi in ambito militare e di sicurezza civile, ed il livello politico-strategico nel contesto euro-atlantico.Si tratta di una realtà e di una specializzazione uniche in Italia che ha portato lo IAI ad una posizione preminente in una serie di bandi europei, a partire dal Sesto Programma Quadro fino ad Horizon 2020, e attraverso ricerche per EDA, Parlamento Europeo, Agenzia Spaziale Europea, NATO e soggetti italiani pubblici e privati.

L'Autore

Lascia un commento