Che ognuno avrà il futuro che si conquisterà.

Gianni Rodari

#Nobel per la pace. Le “stelle” illuminano Malala?

0

Una pallottola le attraversò il cranio quando aveva quattordici anni e ora, a diciassette, Malala Yousafzai, studentessa e attivista pakistana riceve il Premio Nobel per la Pace. Tutta la sua storia era già scritta lì, nel suo nome che significa ‘colei che conosce il dolore’ e questa bambina, che nel giorno del suo sedicesimo compleanno ha avuto l’onore di parlare all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, di dolore ne ha già visto tanto: a soli quattordici anni ha rischiato la vita, quando un proiettile le ha trapassato il cranio e il collo. Non una pallottola vagante, ma un colpo esploso volontariamente a pochi centimetri dalla sua testa, sullo scuolabus con cui Malala Yousafzai tornava a casa insieme alle sue compagne. Colpevole, secondo i Taliban dello Swat che hanno orgogliosamente rivendicato l’attentato di essere “un’apostata, un’infedele, una femmina oscena” –sic!

Il potere dell’educazione spaventa i Taliban. “Gli estremisti hanno paura dei libri e delle penne.” Parole di una piccola donna ma taglienti come coltelli .E’ una bambina minuscola, un metro e quarantacinque di statura, vestita di rosa, avvolta – significativamente – nel velo rosa di Benazir Buttho, la premier pakistana uccisa in un agguato, che all’ONU tuona con forza sull’importanza dell’educazione e dell’istruzione, le sole armi per combattere una guerra contro il terrorismo.

Nelle sue parole c’è una portata rivoluzionaria enorme. Una rivoluzione non violenta eppure dagli effetti dirompenti, tanto da aver da tempo messo in allerta i Taliban che hanno paura della maestrina con il gesso e la lavagna, perché educherà delle bambine a diventare donne consapevoli dei loro diritti, spezzando l’oppressione maschilista. Malala ha già vinto: come David contro Golia, una ragazzina, armata solo della propria voce è stata in grado di terrorizzare chi basa il proprio potere sull’ignoranza e sul terrore.

“Nel condurre una gloriosa lotta contro l’analfabetismo, la povertà e il terrorismo, dobbiamo imbracciare i libri e le penne, sono le armi più potenti. Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. L’istruzione è l’unica soluzione, è la prima cosa.”

Seduti, tutti i rappresentanti delle Nazioni Unite applaudono ed annuiscono seri.

QUALI STELLE ILLUMINANO IL SUO DESTINO STRAORDINARIO?

Malala è nata12 luglio 1997 alle ore 0,10 a  Mingora, Pakistan, nel segno del Cancro. Castore e  Polluce stelle luminosissime sul Sole e sull’Ascendente Cancro. Castore dà intelligenza, raffinatezza e successo, viaggi, pericolo, scrivere o creare; Polluce astuzia, audacia, impulsività, rischio di morte violenta, il dolore della creatività.

oroscopo 1

La freccia indica l’Ascendente al 17° del Cancro che coincide con Castore e Polluce.

UN VELO INSAGUINATO UNISCE TRE DESTINI
Il filo conduttore di un destino fatto di coincidenze è un velo: Malala indossa il velo di Benazir Bhutto quando parla all’ONU, la sua antenata l’eroina Malalai agita il suo velo come una bandiera quando guida alla vittoria i pashtun perdendo la vita. Sono tre donne dal compito straordinario, nelle loro stelle ritorna l’accento a Iside e a Maria Vergine, il velo che cela il capo delle divinità femminili che proteggono gli esseri indifesi segna il cammino della donna. La saggezza vuole essere tramandata e la conoscenza aperta a tutti soprattutto a chi, come le giovani fanciulle, ne erano state escluse nei secoli. È una staffetta che passa da chi cade alla successiva personalità carismatica che la trasforma in una fiaccola come quella di Olimpia, d’ora in poi grandi orizzonti si apriranno. Questa rivoluzione evoluzione è appena cominciata! Ed è un intero pianeta femminile che si rivelerà decisivo per la salvezza dell’Umanità.

CONFRONTO TRA LE STELLE DI MALALA E BENAZIR BHUTTO

La prima coincidenza: Castore e Polluce, stelle che segnano il loro destino in comune, sono sui i pianeti in Cancro di Malala e  si sovrappongono a Urano e Mercurio di Benazir.

Ma non basta! Le stelle contrastano anche con i pianeti di Benazir, posti in un punto debole per la leader: infatti Saturno, Nettuno, Luna in Bilancia rappresentano il successo politico, il rapporto con gli altri e il loro aspetto negativo coincide con la morte prematura di Benazir nell’attentato che le ha impedito di trasmettere al popolo il suo messaggio. E anche Luna e Marte di Malala si trovano in Bilancia. È una seconda coincidenza.

oroscopo 2

Le frecce indicano i pianeti nei punti sensibili dei due oroscopi di nascita. Le conseguenze? Che cosa le unisce? Le due eroine hanno un compito in comune da trasmettere al mondo e altre stelle di prima grandezza segnano le varie coincidenze nei loro percorsi umani. Altair significa esplorare ed essere audaci. Indica forza e coraggio di agire in fretta ma anche riservatezza, serietà, malinconia, sfortuna nelle relazioni affettive. Sul Nodo Nord a 3° dell’Acquario esprime il compito karmico di Benazir che è segnato da circostanze drammatiche, lei cade per accuse di illeciti. La stella porta ambizione, imprudenza e prevaricazione ma anche al successo.

Altair condiziona anche le scelte di Malala perché il Nodo Nord di Benazir coincide anche con Urano e Nettuno di Malala.

 

 

 

 

IL VELO INSANGUINATO DI BENAZIR SUL CAPO DI MALALA

oroscopo 3La freccia indica nell’oroscopo dell’anno il 29 dicembre 2007, momento della morte, quel punto si trova su Giove  nell’oroscopo della vita è in quadratura al Nodo Lunare in Pesci. Ma l’audacia di Malala quale altro rischio comportò?

Urano e Nettuno di Malala lo indicano perchè sono opposti a Mercurio in Leone (scrittura, conoscenza, scuola). Mercurio è sulla costellazione di Aselli che oltre a coraggio e intraprendenza, a doti di leadership e generosità porta problemi affettivi e familiari,  cattiva salute, rischio del fuoco, incidenti o morte violenta.

Queste ultime posizioni planetarie rappresentano con chiarezza il messaggio di Malala diffuso con il rischio della sua vita, inoltre lei è ancora in pericolo.

 

 

oroscopo 4

La freccia indica l’Ascendente è il 12 luglio 2013 e Malala parla all’ONU è il giorno del  sedicesimo compleanno divenuto il Malala Day.

Perché Malala riceve il Nobel? Non solo per l’aggressione subita. Per l’appello fatto di fronte a Ban Ki-moon e ai delegati di tutte le Nazioni in favore dell’istruzione delle bambine: “voglio essere addestrata all’uso delle armi della Conoscenza. Solo così potrò vincere la mia causa. Il Malala Day non è il mio giorno. Oggi è il giorno di ogni donna, ragazzo e ragazza che hanno alzato la voce per i loro diritti. Sedermi a scuola a leggere libri è un mio diritto. Vedere ogni essere umano sorridere di felicità è il mio desiderio. Io sono Malala. Il mio mondo è cambiato. Ma io no.” E Ban Ki-moon, segretario generale dell’ONU risponde: “Malala, tu sei la nostra eroina, sei la nostra grande paladina.  Noi siamo con te, e tu non sarai mai sola.”

 

LE STELLE IN BILANCIA  E IL SACRIFICIO KARMICO

Due stelle: Diadem e Vindemiatrix influiscono su Luna e Marte in Bilancia danno significato al compito di Malala. Diadem significa sacrificare se stessi per gli altri o per un grande disegno. È la chioma recisa da Berenice per garantire il ritorno del marito dalla guerra, indica il sacrificio delle donne, silenzioso, gentile che dona così tanto di sé. Vindemiatrix dà intelletto sviluppato, capacità di concentrazione, irritabilità, tendenza alla polemica e al sarcasmo. Queste stelle fisse in Bilancia coincidono con Saturno e Nettuno di Benazir e indicano le sue fortune politiche ma anche la sua caduta perché quadrate a Urano e Mercurio in Cancro punti nei quali si trovano Spica e Arcturus.

Spica conferisce buon carattere, intelletto sviluppato, spiritualità, possibilità di successo. È il covone di grano portato dalla dea della fertilità, la dea dai mille nomi chiamata Iside o per i cristiani Maria. Spica rappresentava in antico il dono della dea: l’arte della coltivazione, ora rappresenta anche la nuova conoscenza e illumina qualsiasi  grafico. Arcturus dà spirito impavido, successo e onori, è il cacciatore che si trasforma in coltivatore, incarna il coraggio di colpire e intraprendere un nuovo percorso, trovare un metodo, andare in una direzione che non è stata percorsa prima.

LA TERZA EROINA: MALALAI,  L’ANTENATA DI MALALA

Il significato del suo nome è esplorare ed essere audaci: Malalai. È nata nel 1861 in un piccolo villaggio chiamato “Khig”, a Kandahar. Una giovane donna che, a 19 anni, il giorno delle sue nozze, combatte alla testa dei pashtun contro gli inglesi nella battaglia di Maiwand in Afghanistan,  il 27 luglio del 1880.

Come Giovanna D’Arco lei portò alla vittoria gli afgani sacrificando la vita, agitando il suo velo come una bandiera alla testa dei pashtun che combattevano contro gli inglesi. Morì insieme al suo promesso sposo, per la sua patria. Quando l’esercito afgano nonostante la  superiorità numerica, stava perdendosi di morale, Malalai gridò:

“ Giovane amore! Se non cadi nella battaglia di Maiwand, per Dio, qualcuno ti sta salvando e divieni simbolo di vergogna!  ”

Questo ispirò i combattenti afgani a raddoppiare gli sforzi. Quando il portabandiera fu ucciso, Malalai  andò avanti e alzò la bandiera o forse agitò il suo stesso velo cantando un landai:

“ Con una goccia di sangue del mio amore,

versato in difesa della  Madre Patria,

Disegnerò un neo sulla fronte,

Tale da far vergognare la rosa in giardino ” Ma poi Malalai fu colpita e uccisa. Tuttavia le sue parole spronarono i suoi connazionali alla vittoria. Dopo la battaglia Malalai fu celebrata per il suo impegno e sepolta nel suo villaggio natale di Khig, dove ora si trova la sua tomba. Aveva circa 17-19 anni quando è morta.

CONFRONTO TRA LE STELLE DI MALALA E MALALAI

oroscopo 5La freccia indica il Nodo Lunare di Malala che coincide con il Saturno di Malalai e con la posizione di Denebola, è un preciso indizio non solo di un destino in comune ma anche di un messaggio da tramandare con ardimento.

La seconda freccia che indica Nettuno coincide con il Nodo Lunare di Malalai.

oroscopo 6

 

Il Nodo Lunare di Malalai, che esprime il significato del suo destino, è l’unico punto che possiamo esaminare e nel 1861 al momento della sua nascita si trova in Capricorno sulle stelle Nunki e Vega che come abbiamo visto divengono importanti anche per Malala. Nunki dà buon carattere, inclinazioni spirituali, ottimismo, fortuna e agevolazioni. Vega è un simbolo carismatico, magico indica la musica della Lira di Orfeo e dona i poteri straordinari ​della sacra dea egiziana Maat. Dona qualità prodigiose: bellezza, capacità artistica o doti di grande oratore. Il suo fascino può essere quello di un dittatore e Malalai impone al suo amato di morire in battaglia, pena la vergogna!

 

oroscopo 7

Le frecce indicano il Nodo Lunare in Capricorno e Giove in Pesci al momento della battaglia. Al momento della morte di Malalai sul suo Nodo Lunare si trovano due stelle: Kaus Media: iniziativa, diplomazia, possibilità di successo ma rischio del fuoco; Kaus Australis e Kaus Borealis: ambizione, intraprendenza, talvolta imprudenza, successo a rischio di perdite e cadute. Anche Facies ha un significato inquietante, rispecchia il destino tragico dell’eroica Malalai. È una stella difficile, rappresenta sia l’autore della violenza sia la vittima. Qualunque oroscopo Facies tocchi i nativi saranno influenzati da spietatezza e/o aggressività. Ma anche Saturno di Malalai  è decisivo: si trova sul Nodo Nord di Malala, su Denebola, stella che porta: generosità, animo buono, equilibrio oppure sfortuna e avversità. Significa andare contro la società rischiando la persecuzione o divenendo un persecutore.

QUALI STELLE SEGNALANO IL COMPITO DI MALALA E COME LO REALIZZERA’?

Il compito pericoloso di questa giovane ragazza dei nostri giorni, Malala, è evidenziato da Mercurio in Leone trigono a Plutone in Sagittario e questo punto positivo le conferisce potenza d’espressione proprio perché si trova su tre stelle molto potenti: Toliman, Deschubba, Antares.

Toliman dà fortuna e agevolazioni in generale, buone amicizie, popolarità successo è la stella detta Alpha Centauri posta al piede del centauro e si collega all’apprendimento, all’educazione, alla crescita spirituale, rappresenta le lezioni della vita;

Deschubba che porta dei rischi d’incidenti e malattie gravi ed attitudine alla ricerca occulta, talvolta dà inclinazione alla malizia e alla disonestà e, nei casi limite anche malvagità e criminalità;

Antares: attività, coraggio, intraprendenza, talvolta temerarietà, possibilità di fama e successo, aggressività e violenza, rischio di incidenti e morte violenta.

OROSCOPO DELL’ANNNO 2014: MALALA RICEVE IL NOBEL PER LA PACE

oroscopo 8

La freccia su Saturno indica il 10 ottobre 2014 giorno dell’annuncio del Premio Nobel per la Pace. Subito dopo è stata minacciata di morte dal gruppo di Jamaat ul Ahrar.
Quali sono i probabili rischi per Malala? Vediamo i punti importanti dell’oroscopo dell’anno. Malala si difenderà comunque il 25 ottobre quando ci troviamo sul suo Plutone in Sagittario di nascita e qui c’è una reazione orgogliosa da parte sua, mentre è più complesso il 16 novembre per la quadratura del Nodo. Il 3 e il 5 di dicembre viene probabilmente contestata la sua associazione come se perseguisse interessi personalistici e a questo punto gli attacchi potrebbero osteggiare qualsiasi iniziativa che comporti una raccolta di fondi e altre proposte a favore del suo progetto. Siamo alla vigilia della cerimonia di consegna del Premio alla quale lei ha invitato i Leader dell’India e del Pakistan i quali potrebbero decidere di partecipare. È un momento difficile e non sarà facile per lei reagire, infatti se dal 20 al 28 dicembre lei uscirà ancora allo scoperto annunciando le sue iniziative può essere oggetto di altre critiche infondate. Continuerà comunque nella sua opera il 10 gennaio e il 27 gennaio con risultati positivi. Ancor più convinta e vincente sarà il 7 – 11 marzo quando darà tutta se stessa alla sua causa con momenti di gloria il 12, il 19 maggio, il 9 giugno. Il 18 giugno rischia un attacco, superato il 1° luglio, è soddisfatta il 10 luglio alla vigilia del suo compleanno.

Luisa De Giuli

L'Autore

Lascia un commento