La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

Emirati chiedono iniziativa per il clima

0

Per ottenere una crescita economica inclusiva e a basse emissioni durante la partecipazione alla Conferenza sul cambiamento climatico di Bonn

Gli Emirati Arabi Uniti hanno affermato che un’azione per il clima efficace è un fattore chiave per migliorare la stabilità e creare nuove opportunità di crescita economica e prosperità a basse emissioni.

Ciò è avvenuto durante la partecipazione della delegazione del Paese alla cinquantaseiesima sessione degli incontri dei due organi sussidiari della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

La conferenza ha visto l’avvio di discussioni tra gli Stati che fanno parte della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) volte a far avanzare l’azione per il clima in preparazione della ventisettesima sessione della Conferenza delle parti (COP27), che dovrebbe essere tenutasi a Sharm El-Sheikh nella Repubblica araba d’Egitto il prossimo novembre.

La delegazione degli Emirati Arabi Uniti alla Conferenza di Bonn è guidata dal Ministero dei cambiamenti climatici e dell’ambiente e dall’Ufficio dell’inviato speciale per i cambiamenti climatici. La delegazione comprende delegati del Ministero dell’Energia e delle Infrastrutture, del Ministero dell’Industria e delle Tecnologie Avanzate, dell’Ambiente Agenzia – Abu Dhabi, Dubai Electricity and Water Authority (DEWA) e rappresentanti dei giovani.

Maryam bint Mohammed Saeed Hareb Al Muhairi, Ministro dei cambiamenti climatici e dell’ambiente, ha dichiarato:

“Gli Emirati Arabi Uniti sono sempre impegnati a motivare e condurre un’azione collettiva completa ed efficace per il clima globale e per raggiungere il clima neutrality 2050 a livello locale, adotta, un approccio scientifico basato sull’accelerazione dei tassi di riduzione dell’impronta di carbonio favorendo l’applicazione di pratiche sostenibili. Stiamo anche lavorando per sviluppare il strategia nazionale per lottare per la neutralità climatica”.

L'Autore

Lascia un commento