La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

Come la fenice il Faro di Alessandria

0

faro alessandria d'egittoUna delle sette Meraviglie del Mondo Antico sta per essere riportata in vita: il Supreme Council of Antiquities egiziano ha approvato la ricostruzione del Faro di Alessandria d’Egitto. Il Faro, che fu costruito durante il regno Tolemaico nel 280 a.C., si stagliava nel cielo con la sua maestosa altezza di circa 137 metri e fu una delle strutture più alte mai realizzate dall’uomo per centinaia di anni, visibile a circa 50 chilometri di distanza. Centinaia di anni dopo fu gravemente danneggiato da diversi terremoti, fino a quello del 1323 che ne decretò la distruzione, ed ora l’Egitto sta progettando di far rivivere il faro a pochi metri dalla sua posizione originaria.

I membri della Commissione Permanente delle Antichità Egiziane hanno approvato un vecchio progetto, sottoposto in via preventiva all’approvazione del Governatorato di Alessandria, con l’intento di far rivivere il faro. Secondo il Dr. Mostafa Amin, Segretario Generale del Supreme Council of Antiquities, gli studi di fattibilità ed il progetto finale sono stati presentati per l’approvazione definitiva.Il Faro fu commissionato poco dopo la morte di Alessandro Magno, durante il primo regno tolemaico, e completato durante il secondo regno tolemaico. Il faro originario fu costruito sull’isola di Pharos, di fronte al porto, il cui nome fu poi ripreso per identificare la parola faro nelle lingue greca, persiana, francese, italiana e spagnola. Per segnalare le rotte alle navi, durante il giorno si usava un complesso sistema di specchi e durante le ore notturne si accendevano fuochi per illuminarlo da lontano.

Sebbene fosse andato distrutto nel 1323, le pietre restanti della struttura furono usate come base della Cittadella di Qaitbay nel 1480, ancora esistente e visitabile in epoca attuale. Però, solo nel 1994 furono identificati tali basamenti come appartenenti al Faro di Alessandria, con una missione archeologica francese guidata dall’archeologo Jean Yves EmpereurDi pari passo con l’essere stata per centinaia di anni una delle strutture più alte costruite dall’uomo, il Faro di Alessandria fu anche una delle più longeve Meraviglie del Mondo Antico, insieme al Mausoleo di Alicarnasso ed alla Grande Piramide di Giza. Questa ricostruzione porterà sicuramente ad edificare una struttura ben diversa da quella originaria, ma, come la Bibliotheca Alexandrina, riedificata in ricordo dell’originario tempio della cultura, farà rivivere nella memoria di chiunque guarderà il nuovo faro le storiche gesta di cui fu testimone il Faro originario.

Mara Noveni

L'Autore

Lascia un commento