La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

Il futuro del cibo secondo National Geographic

0

futuro del cibo national geographic

Oggi il problema del cibo e dell’alimentazione coinvolge una grossa parte della popolazione, 805 milioni di persone sono ancora cronicamente sottoalimentate, secondo i dati della Fao, e la prospettiva futura non sembra essere positiva visto anche l’incremento demografico.

La panoramica sulla questione alimentare e sulla redistribuzione del cibo ci riporta a immagini poco positive: malnutrizione, incertezza alimentare, ma anche problematiche legate all’eccessivo consumo di cibo, l’obesità prima tra tutte. Realtà che non si possono trascurare .

Food, Il futuro del cibo

è la mostra di National Geographic  al palazzo delle Esposizioni di Roma dal 18 novembre 2014 al 1 marzo 2015 ed è un racconto per immagini, oltre 90 le foto esposte, dello scenario globale riguardo il cibo e le sue connessioni col pianeta e la popolazione.

Un intenso reportage che ci restituisce da un lato il mondo consumista e  degli sprechi alimentari, con le sue agricolture intensive e gli allevamenti al limite dell’etica. Dall’ altro l’estrema povertà e la triste fame di chi al cibo non accede.

La mostra è un percorso emotivo che mette in risalto i legami tra le persone e il luogo in cui vivono, l’importante rapporto tra l’uomo e la terra, e sottolinea come la salute del pianeta passa anche dalle nostre scelte alimentari.

L'Autore

Lascia un commento