Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi,
molto prima che accada.

Rainer Maria Rilke

Gas e luce più cari. Da oggi a cena a lume di candela

0

“Eccomi di nuovo qui seduto davanti al pc alla ricerca di quale sia la tariffa più conveniente. Come Furio in Bianco, Rosso e Verdone ero riuscito a costringere mia moglie a spostare i consumi nelle ore serali e nei week-end sopprimendo le proteste dei vicini, insonni da una vita, che tentavano di attribuire questa loro malattia alle nostre lavatrici. Staserà però, al rientro, lei, la madre dei mie figli, era lì che sfidava il mio sguardo e con un ghigno di lieve soddisfazione mi annunciava di aver ricevuto una chiamata dal nostro operatore che gli proponeva una tariffa valida tutto il giorno e più bassa di quella che paghiamo ora di notte. Era tutto ciò possibile? Il mio istinto mi portava a pensare che vi fosse un tranello, una clausola scritta in arial 7 da qualche parte, da cui emergesse chiaramente che non conveniva accettare. Eppure non era così. L’offerta è davvero conveniente e approfondendo la questione scopro che grazie al fotovoltaico l’energia di giorno costa meno”. I prezzi aumentano, proprio in questi giorni l’Autorità annuncia un rincaro dell’energia del’1,75% e del 5,4% per il gas nel mercato tutelato, e questa potrebbe essere la storia di ciascuno di noi che cerca di trovare una possibilità di risparmio nel mercato libero.

Volatilità e cambiamento della dinamica dei prezzi dell’energia

Come evidenziato nella relazione annuale 2013 da poco pubblicata dal Gme, l’azienda di Stato che gestisce i mercati energetici, l’aumento della produzione rinnovabile ha generato un radicale cambiamento delle dinamiche dei prezzi dell’energia. Nel Mercato del Giorno Prima, la piattaforma in cui vengono ospitate la maggior parte delle transazioni di compravendita di energia elettrica, per blocchi orari, per il giorno successivo si è verificata un’inversione dei prezzi diurni/notturni. Un mercato, quello energetico, caratterizzato da una significativa elasticità e volatilità dei prezzi dal lato dell’offerta in confronto alla notevole rigidità della domanda rispetto al prezzo per i consumatori finali. Principale causa di tale fenomeno le abitudini degli utenti, in particolare delle famiglie, che oltre ad avere usufruito storicamente di tariffe fisse o poco variabili rispetto alla dinamica dei consumi nel corso della giornata, talvolta poco possono fare per modificare i loro stili di consumo. Spesso, inoltre, l’incentivo in termini di risparmio annuo è di modesta entità.

Le risposte delle compagnie energetiche

lampadine soldi correttaIl fenomeno non è tipico solo dell’Italia ma diffuso in molti Paesi. All’estero gli operatori più maturi si stanno muovendo su molteplici direzioni. Prima tra tutte, la diffusione di smart meter: misuratori intelligenti in grado di fornire al consumatore finale informazioni sul consumo istantaneo. L’utilizzo diffuso di tale tecnologia consente al fornitore di ricevere informazioni in tempo reale sui consumi degli utenti dandogli la possibilità di lanciare promozioni, a tempo, che consentono di far variare le quantità consumate in base al prezzo offerto. Nella pratica le compagnie avvisano i consumatori, via internet o tramite sms, della possibilità di usufruire di una tariffa scontata sul consumo effettuato in una determinata fascia oraria sulla base del prezzo spuntato nel Mercato del Giorno Prima. Peculiare, inoltre, la scelta operata anche da alcune compagnie in Italia, di lanciare delle vere e proprie campagne di risparmio energetico, per aumentare la percezione di risparmio connessa alla scelta dell’operatore, regalando “gadget” intelligenti (ad esempio lampadine al Led per ridurre i consumi per l’illuminazione) o promuovendo politiche di riduzione dei consumi.

Il consumo intelligente la migliore scelta: economica ed ecosostenibile

In attesa del futuro, la necessità di ottimizzare le proprie strategie di consumo è un aspetto che ciascuno di noi non dovrebbe sottovalutare. Il risparmio, o più che altro l’utilizzo intelligente delle risorse energetiche, è infatti la scelta che porta il maggior beneficio in assoluto e non solo in termini economici. First- utility, in Inghilterra, nella sua aggressiva campagna pubblicitaria, fornisce tra il serio ed il faceto alcuni preziosi consigli tra cui: scegliere con cura i sistemi di riscaldamento, settare timer e termostati in base all’effettiva presenza in casa, ridurre a 50° la temperatura massima dello scaldabagno, controllare gli spifferi di porte e finestre. Tra i suggerimenti anche quello di fare la doccia in coppia, giocare di più a giochi da tavola rispetto alla TV ed evitare di girare in casa in pieno inverno come se si fosse alle Bahamas. A questi aggiungerei quello di cenare a lume di candela una volta la settimana e provare ad adeguare le nostre vite all’alternanza luce/buio. Idee bizzarre quest’ultime, come del resto le altre in una società consumistica come la nostra, le quali, però, ci regalerebbero forse un po’ più di benessere oltre ad una bolletta più leggera.

Marco Latini

L'Autore

Lascia un commento