Non preoccuparti di cosa sta per fare qualcun altro.
Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo.

Alan Kay

Green economy. In Italia è boom delle macchine a gas

0

“Negli anni della crisi, mentre le auto tradizionali hanno conosciuto un drastico calo delle immatricolazioni, le auto a gas hanno continuato a crescere (tra il 2011 e il 2012 le immatricolazioni sono quasi triplicate passando dal 5,55% al 13%) e nel 2013 la quota di mercato della auto a gas e’ arrivata al 14,1% (8,9% gpl e 5,2% metano). L’attuale stock di auto a gas circolante in Italia e’ in termini assoluti il piu’ rilevante d’Europa, rappresentando il 76,8% del parco europeo per le auto a metano e il 26% per quelle a gpl”. Alle potenzialita’ ‘green’ dello sviluppo dei veicoli a combustibili gassosi in Italia e’ dedicata la ricerca ‘Green economy e veicoli stradali: una via italiana’ realizzata dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, con la collaborazione di Assogasliquidi Federchimica e del Consorzio Ecogas.

metanoLa “rete” del trasporto a gas

“Inoltre in Italia oltre al produttore (Fiat) c’e’ una piccola e grande industria dell’ auto a gas che va dalla produzione di impianti per la conversione a gpl e metano, con una rete di trasformazione e assistenza di piu’ di 6.000 officine, al rifornimento stradale (piu’ di 3.000 distributori di gpl e 1000 di metano)”. Le auto a gas “sono una delle tecnologie ‘ponte’ a basso impatto ambientale che puo’ contribuire a ridurre l’inquinamento dell’aria nelle citta’, ma non solo- dichiara Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile-, puo’ far bene all’ occupazione e all’ economia. In Italia c’e’ una filiera di imprese che ci rende leader nel mondo e che puo’ crescere. Un caso esemplare di green economy dove miglioramenti ambientali producono vantaggi economici e occupazionali”.

L'Autore

Lascia un commento