«Lei sogna di ..far tredici? » Ma lo farà sicuro!

Gianni Rodari

L’albero della vita, acqua made in Italy per l’Etiopia

0

È stato soprannominato “L’Albero della vita” l’ambizioso progetto tutto italiano che permetterà alla popolazione etiopica di accedere all’acqua potabile. Secondo le Nazioni Unite sarebbero 783 billion le persone senza accesso all’acqua potabile e l’Etiopia è uno di quei paesi in cui uno dei beni tra i più preziosi per l’umanità, l’acqua appunto, rappresenta una sfida e una difficoltà quotidiana. Le persone, spesso donne e bambini, percorrono infatti numerosi chilometri ogni giorno per raccogliere una risorsa che la maggior parte delle volte non è neanche potabile.

Warka Water, l’innovazione targata made in Italy


WarkaWater etiopia
Da qui nasce il progetto Warka Water, ribattezzato però “L’Albero della vita”, degli italiani Arturo Vittori e Andrea Vogler, dell’Architecture and Vision. Il nome è ispirato alla pianta di fico gigante etiope ‘Warka’, utilizzata per le riunioni pubbliche e infatti la stuttura in bamboo alta 12 metri è simile a un grande albero e riesce a raccogliere l’umidità dell’aria, grazie a un processo di condensazione, trasformandola poi in acqua potabile. Una scoperta importante che attraverso dei semplici materiali come il bamboo, il tessuto in polyethylene e del fil di ferro come connettitore, potrebbe rappresentare una svolta epocale per tutte quelle comunità rurali etiopi che combattono ogni giorno la dura battaglia della mancanza di acqua.

Un “Albero della vita” che produce 100 litri di acqua al giorno

Il Warka Water è inoltre stato studiato per essere un progetto economico e facile da realizzare. La torre può essere innalzata da quattro uomini, aggiustata senza grandi difficoltà e supporta un pannello solare collegato a una luce per essere illuminata anche durante la notte. Semplicità connessa però a una grande potenzialità. Sono infatti 100 i litri di acqua potabile che ogni giorno quello che è stato soprannominato “L’Albero della vita” riesce a produrre. Un’idea made in Italy che evoca innovazione e speranza per un popolo che da adesso potrebbe riuscire a usufruire di una risorsa tanto scontata, per noi occidentali, quanto importante, come l’acqua.

Sara Pizzei

 

L'Autore

Lascia un commento