La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

La manovra di Renzi? Costerà 606 euro a famiglia

0

La manovra del governo? “Costerà circa 606 euro per ogni famiglia”. È il calcolo fatto da Adusbef e Federconsumatori che spiegano come il Governo da un lato da’ 80 euro a circa 10 milioni di occupati, ”manovra ancora insufficiente per far ripartire i consumi, che saranno ancora stagnanti per lunghi mesi in una fase di forte depressione economica e di totale sfiducia nella ripresa produttiva”, con l’altra “addossa a Sanità, Regioni ed Enti Locali oneri per circa 8 miliardi di euro che dovranno essere coperti da nuove tasse, stimate in almeno 330 euro per ogni nucleo famigliare, anche per pagare l’Irap delle imprese”.

Ma non finisce qui. Secondo le associazioni, infatti, ci sarebbero anche “14 euro dall’inasprimento della tassazione sulla previdenza e la nuova imposta sui fondi pensione; 23euro dall’anticipo Tfr delle banche, retribuite al tasso del 2,625% (oltre alla garanzia statale); 239 euro con la prevista clausola di salvaguardia rincaro Iva dal 4 al 10% su pane, latte, pasta, ecc” per un totale di “606 euro”.

Una manovra, secondo le due associazioni dei consumatori, “recessiva con coperture aleatorie, come il recupero di 3,8 miliardi dall’evasione fiscale”. Resta peraltro “tutto da dimostrare che incassati gli sgravi, le imprese assumeranno in Italia oltre 800.000 lavoratori nel triennio (come enfatizzato dal Ministro dell’Economia Padoan), invece di delocalizzare in aree più allettanti. Una manovra che continuando a salvaguardare con ulteriori garanzie statali gli interessi delle banche, che prendono i soldi dalla Bce al tasso dello 0,15% prestando al 15%, senza destinare risorse adeguate a ricerca ed innovazione, non avrà alcuna capacita’ di rimettere in moto l’economia ed i processi produttivi”.

L'Autore

Lascia un commento