«Lei sogna di ..far tredici? » Ma lo farà sicuro!

Gianni Rodari

Moda. La nuova primavera del Fashion System

0

E’ primavera anche per la moda italiana. I numeri del made in Italy di questo settore parlano infatti di una nuova rinascita del fashion system. E la tessitura, insieme alle calzature e alla pelletteria, sono tra le principali beneficiarie di questo ritrovato benessere. A evidenziarlo sono i dati elaborati dal Centro Studi del Sistema Moda Italia, resi noti durante la XX edizione del salone Milano Unica; uno spiraglio di sole che ammonta a 8 miliardi di euro di fatturato complessivo in un ambito che così riesce a registrare un incremento del 3,8%.

Torna a splendere il sole nel settore della moda

modaMa i numeri non finiscono qui. E’ di 61 milioni e 621 mila euro il fatturato che coinvolge il settore moda per l’anno 2014, con una variazione che ha fatto registrare un più 3,7% rispetto all’anno precedente. Una cifra, messa in evidenza dal report ‘Fashion economic trends’, realizzato su elaborazioni di dati Istat, che parla di positivismo in uno degli ambiti in cui il made in Italy si distingue maggiormente a livello internazionale. Ma la strada da percorrere è ancora in salita dato che parliamo di una crescita che non è andata sopra al 3%, inferiore dunque alle attese che si aggiravano intorno al 3,2%. La colpa? E’ da imputare sempre alla stagnazione dei prezzi e del mercato interno, fenomeni che da anni sono tra i peggiori nemici anche del mondo del fashion. Ma a tirarci su è l’export, cresciuto del 4,8%, che tradotto in numeri ammonta alla cifra di 47 milioni e 389 mila euro.

La primavera rende omaggio al sole

E se di primavera parliamo, che primavera sarà per il nostro guardaroba? Stampe solari e tante fantasie, questo il trend dei prossimi mesi. E’ un omaggio al sole, alla luce, il messaggio che la moda primavera/estate 2015 vuole diffondere, annuncia a  FUTURO QUOTIDIANO l’imprenditore ed esperto di moda Nicola di Candia,  E poi la pelle, l’altro elemento immancabile dei prossimi mesi. Dove la troveremo? La moda lo ha inserito un po’ ovunque: giubetti, top, gonne, pantaloni e ovviamente negli accessori, a cui quest’anno faranno spesso compagnia anche le frange.

colori I materiali top della prossima stagione sono rappresentativi dei settori che più degli altri stanno beneficiando di questa ritrovata primavera del fashion; pelletteria, tessile e calzature sono infatti i comparti più dinamici dell’industria italiana della moda, il primo con un più 6,5% rispetto al 2013, il secondo con un più 3,4% e l’ultimo, quello delle calzature, con un positivo più 3,8%. Quello che invece sta facendo una maggiore fatica è proprio il numero uno del settore moda: l’abbigliamento, che si colloca al quarto posto con un più 1,1%.

Come inaugurare la bella stagione

Ma come combattere l’ultimo freddo di marzo? Largo ai trench e ai piumini 100 grammi, un’alternativa più leggera rispetto ai tradizionali cappotti e frutto della più recente tecnologia, che ci accompagnerà fino al vero ingresso della bella stagione; l’importante però è rispettare la parola d’ordine: ‘colore’. Tonalità accese dei piumini e stampe a pois nei trench saranno infatti il primo approccio con cui entrare nella fase calda dell’anno.

Anita Zeipi

L'Autore

Lascia un commento