Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta.

Paul Valéry

A Natale gli italiani “investono” nel regalo utile

0

Sono almeno 9 milioni gli italiani che sperano di trovare sotto l’albero il tradizionale cesto natalizio con i prodotti enogastronomici del territorio. Perché nell’ennesimo Natale sotto il segno del risparmio, con i consumi per le feste stimati in calo di un ulteriore 5 per cento rispetto all’anno precedente, il cibo è l’unico elemento che non si “taglia”, anzi cresce anche come idea regalo. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori che testimonia come, almeno su questo settore, la crisi non ha cambiato le buone abitudini degli italiani.

bioSpazio ai cesti e ai prodotto “bio”

Con la morsa della crisi che non accenna ad allentarsi e le tredicesime impegnate tra tasse, bollette e mutuo, il 71 per cento degli italiani opterà per regali utili, che in un caso su tre saranno declinati in chiave enogastronomica, con doni “da tavola” a parenti, amici e colleghi -spiega la Cia-. E vanno bene anche i cesti di Natale, anche se in “taglia ridotta” rispetto agli anni scorsi, che il 29 per cento degli italiani riempirà con prodotti locali e “bio”. Messe da parte le mode esterofile, infatti, vince assolutamente il “made in Italy” e tra i prodotti più gettonati, ci sono vino, spumante, panettone e torrone tradizionale, seguiti da salumi, conserve, olio extravergine d’oliva, miele e formaggi tipici. Per una spesa complessiva -stima la Cia- compresa tra i 500 e i 550 milioni di euro.

L'Autore

Lascia un commento