Che ognuno avrà il futuro che si conquisterà.

Gianni Rodari

Secondo lockdown per Israele

0

Secondo lockdown per Israele, con il primo ministro che parla di paese sull’orlo di un precipizio. Le nuove misure restrittive, che il parlamento deve approvare, porteranno alla chiusura dei luoghi pubblici e alla limitazione dei movimento. Le sinagoghe rimarranno aperte per piccoli gruppi di persone la prossima settimana per lo Yom Kippur per limitare le proteste. La decisione si è resa necessaria dopo l’aumento giornaliero di Covid oltre gli 8 mila casi. Il più alto tasso di contagio del mondo in relazione al numero della popolazione. Dall’inizio della pandemia, sono morte 1335 persone e sono stati diagnosticati 206mila contagi.

L'Autore

Lascia un commento