Ecco qual è il problema del futuro:
quando lo guardi cambia perché lo hai guardato.

Lee Tamahori

Le slide di Obama. Dal 2009 10 mln di nuovi posti di lavoro

0

Dieci milioni è il numero dei nuovi posti di lavoro creati dalle imprese americane negli ultimi 54 mesi. Un numero che segna la curva più lunga di crescita del settore privato nella storia del paese. Lo annuncia sul proprio sito la Casa Bianca, riportando un articolo a firma di Tanya Somanader, corredato di schede e grafici. Mentre c’è ancora molto da fare, osserva Somanader, l’economia sembra essere migliorata in maniera significativa da quando il presidente Barak Obama è stato eletto presidente. Prima che lui si insediasse, l’economia perdeva centinaia di migliaia di posti di lavoro, il mercato immobiliare aveva toccato il fondo e l’industria automobilistica era sull’orlo del collasso.

Ma il presidente ha agito e ora, – grazie alla capacità di adattamento dei lavoratori americani, degli imprenditori e delle imprenditrici – sono sotto gli occhi di tutti i progressi che gli Stati Uniti hanno segnato nei 4 settori chiave dell’economia, progressi che hanno reso possibile la creazione di 10 milioni di posti di lavoro. Dall’innovazione nell’edilizia, all’aumento delle vendite dei prodotti americani all’estero, all’acquisto di più case, i grafici riportati nelle slide pubblicate sul sito mostrano dove “noi eravamo quando il presidente Obama assunse il suo incarico e dove siamo ora”. Si suggerisce di mostrarli agli altri. FUTURO QUOTIDIANO li segnala al presidente del consiglio italiano, Matteo Renzi, invitandolo a preparare le sue slide per i mille giorni.

 

Filomena Viafora

L'Autore

Lascia un commento