Compili il suo pronostico, ci penserà il futuro!

Gianni Rodari

Smart Energy Expo: nuova linfa all’economia verde

0

Si guarda al futuro con la White-green economy: unico settore che, nonostante la grave crisi economica in atto, mostra segnali di forte controtendenza. Risorse rinnovabili quindi, risparmio energetico e riciclaggio saranno le parole chiave di domani.

Un miglioramento del 20% per le emissioni di gas serra, il consumo totale di energia primaria e quello soddisfatto da fonti rinnovabili entro il 2020: è questo l’importante traguardo che si è prefissata l’Ue e grazie al quale si potrà produrre, in maniera pulita, energia per 24 milioni di tonnellate di petrolio.

Proprio di questo e di efficienza energetica si occuperà la seconda edizione della “Smart Energy Expo” che si terrà a Verona dall’8 al 10 ottobre. La manifestazione internazionale sarà una tre giorni all’insegna di lectures, workshop e meeting professionali su problemi, soluzioni, prospettive e normative sull’efficienza economica. Prodotti, sistemi e tecnologie saranno i protagonisti che verranno presentati in un evento che mette in evidenza tutte le potenzialità di un settore in crescita a livello nazionale e internazionale.

La fiera inoltre sarà il luogo dove professionisti e operatori del settore analizzeranno gli andamenti del mercato e tracceranno le proprie linee di sviluppo, concentrandosi sul tema dei finanziamenti. L’Italia, a tal proposito, sulla base degli obiettivi dell’Ue, ha stanziato 800 milioni di euro per favorire la ristrutturazione e riqualificazione energetica del settore pubblico, industriale e domestico.

La “Smart Energy Expo”, caratterizzandosi come fiera B2B (Business to Business), sarà un vero e proprio punto d’incontro tra domanda e offerta. Pubbliche amministrazioni, privati cittadini, industriali e consumatori finali potranno conoscere, scegliere strumenti e intraprendere azioni concrete e convenienti per fare efficienza nel rispetto dell’ambiente. Un modo per sviluppare un percorso educativo che ormai diventa necessario al fine di diffondere la cultura del risparmio e dell’efficienza energetica.

Un equilibrio tra la qualità ambientale e lo sviluppo socio-economico insomma: è questa la sfida per un futuro più sostenibile.

L'Autore

Lascia un commento