Ecco qual è il problema del futuro:
quando lo guardi cambia perché lo hai guardato.

Lee Tamahori

Yemen: 71 leader Houthi vendono medicine contaminate

0

Stilata da ONG lista nera dei ribelli filo iraniani che commerciano medicinali di contrabbando

Un rapporto dell’Organizzazione yemenita per la lotta alla tratta di esseri umani ha rivelato la pubblicazione di una lista nera con i nomi di 71 leader Houthi che commerciano medicinali di contrabbando, contraffatti e scaduti.

Il rapporto afferma che gli Houthi gestiscono il proprio regno nelle aree di controllo più densamente popolate, poiché la medicina nel paese si è trasformata in una delle maggiori fonti di ricchezza per i leader ribelli, che gestiscono enormi reti di contrabbando per investire nel salute degli yemeniti.

Ha anche rivelato che il profitto ricavato per l’importazione di medicinali nello Yemen ammonta a circa 88 miliardi di riyal all’anno, secondo le statistiche della “Autorità suprema per i medicinali” gestita dagli Houthi.

La milizia appoggiata dall’Iran fa affidamento sul sistema del baratto e accetta anche pagamenti in partite di medicinali da organizzazioni internazionali e umanitarie. La medicina nel paese si è trasformata in una delle maggiori fonti di ricchezza per i leader Houthi, che gestiscono enormi reti di contrabbando per investire nella salute degli yemeniti.

La prima parte del rapporto ha rivelato l’esistenza di un’alleanza tra i leader Houthi e i trafficanti di medicinali per rifornire il mercato, il che spiega il rifiuto degli Houthi degli aiuti sottoforma di medicine da parte delle organizzazioni internazionali.

Ha anche spiegato che i leader Houthi stanno investendo in medicinali, tra cui Taha al-Mutawakil e Muhammad al-Ghaili, capo dell’Autorità per i medicinali, Mutahhar al-Maroni, direttore della sanità a Sana’a, e diversi altri capi militari e un anziano funzionario nell’ufficio del leader del gruppo, Abdul Malik al-Houthi, detto “Abu Muhammad al-Ayani”, direttore dell’ufficio presidenziale di Sana’a insieme a Ahmed Hamed che è l’uomo forte all’interno del gruppo Houthi e fornisce loro piena protezione.

Il rapporto ha rivelato documenti speciali sulla rete Houthi per il contrabbando e la vendita di medicinali e hanno mostrato il coinvolgimento del ministro della Salute di Sana’a in casi di corruzione, grave negligenza del settore sanitario, copertura dei corrotti e non aver intrapreso alcuna azione contro di loro.

L'Autore

Lascia un commento