Che ognuno avrà il futuro che si conquisterà.

Gianni Rodari

Yemen: cellula Houthi coinvolta nel contrabbando di armi

0

I sei membri della cellula erano collegati ai leader Houthi che gestivano operazioni di contrabbando marittimo utilizzando i porti di Hodeidah

I media militari delle forze congiunte sulla costa occidentale dello Yemen, fedeli al governo legittimo, hanno diffuso un video di confessioni di una cellula coinvolta nel contrabbando di armi dall’Iran alla milizia Houthi.

Le confessioni dei sei membri della cellula hanno confermato il loro legame con i leader Houthi impegnati nel contrabbando marittimo utilizzando i tre porti di Hodeidah: Porto di Hodeidah, Ras Issa e Al-Salif.

Secondo il video, i membri della cellula sono: Ibrahim Hassan Zuhair Raziq – della zona di Abu Zahr del distretto di Al-Khawkha – Hayel Jalil Abdullah Ahmed Hassanein, Sufyan Awad Ahmed Abdel-Wadud, Muhammad Shu’i Ahmed Hadidi, e Omar Muhammad Abdo Qasim Al-Najjar – del distretto di Al-Lahiya.

Il primo (Ibrahim Raziq) ha ammesso di aver partecipato al contrabbando di un carico di armi iraniane dalla costa di Al-Mahra alle coste della Somalia, dove un’altra cellula lo ha ricevuto e trasportato a Hodeidah. Ha aggiunto che insieme ad altri era stato incaricato di trasportare un secondo carico dallo stesso luogo e con le stesse modalità, ma non erano riusciti a raggiungerlo. La Guardia Costiera li ha intercettati al largo di Al-Mahra prima che fossero rilasciati e riportati nel loro Paese.

Ha detto di essersi trasferito di nuovo nella città di Hodeidah in coordinamento con la milizia Houthi e di aver partecipato con un gruppo al trasporto di un carico di droga dal porto di Al-Salif al Sudan, e al suo ritorno nel suo paese ad Al-Khokha, lui è stato arrestato.

L'Autore

Lascia un commento