Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta.

Paul Valéry

Yemen: Houthi ha rapito 1.700 donne in 7 anni

0

Lo ha rivelato una ONG locale

Un’associazione yemenita per i diritti umani ha rivelato che la milizia Houthi ha rapito 1.700 donne yemenite, la maggior parte delle quali nella capitale, Sana’a, tra agosto 2015 e agosto 2022.

Nel suo discorso davanti al Consiglio per i diritti umani a margine della 51a sessione a Ginevra, in Svizzera, la Lega per i diritti umani ha esaminato i tipi di tortura a cui sono sottoposte le donne detenute nelle carceri della milizia Houthi.

La ONG ha toccato anche il tema dell’arresto dell’artista yemenita, Intisar Al Hammadi, avvenuto il 20 febbraio 2021 da parte della milizia Houthi a Sana’a, in condizioni arbitrarie. La ragazza è stata sottoposta a tortura nel tentativo di estorcere confessioni forzate, spiegando che la milizia ha condotto anche un processo illegale dove hanno ingiustamente condannato Al Hammadi a cinque anni di carcere.

Ha invitato il Consiglio per i diritti umani a fare pressione sulla milizia Houthi affinché rilasci l’artista, Al Hammadi, e tutte le donne che sono scomparse e arrestate in modo da fermare tutte le violazioni e i crimini commessi contro le donne nello Yemen.

Ha inoltre invitato il Consiglio per i diritti umani e le organizzazioni internazionali a fare pressione sulla milizia Houthi affinché metta fine alle violazioni che pratica contro i civili nel governatorato di Taiz, metta fine all’assedio imposto alla città dal 2015 e rispetti l’armistizio delle Nazioni Unite.

 

L'Autore

Lascia un commento