Non preoccuparti di cosa sta per fare qualcun altro.
Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo.

Alan Kay

Yemen: nuovo attacco Houthi al porto di Al-Dabbah

0

Il secondo in un mese

Per la seconda volta in un mese, la milizia Houthi ha preso di mira il porto petrolifero di Al-Dabbah, nella provincia di Hadramawt, nello Yemen del sud.

Il ministero del Petrolio yemenita ha dichiarato, in una nota, che la milizia ha effettuato una nuova operazione di sabotaggio e terrorismo lunedì sera 21 novembre, prendendo di mira il porto petrolifero con un drone esplosivo, mentre una nave mercantile era nel porto.

La nota ha anche sottolineato il lavoro che prosegue con tutte le parti nel paese per affrontare le minacce Houthi e i droni dell’Iran, che hanno cercato di prendere di mira il porto già nelle scorse settimane. Il ministero yemenita ha messo in guardia dalle ripercussioni di questi atti terroristici sulle condizioni economiche e umanitarie della regione, soprattutto perché la milizia non crede nella sicurezza della navigazione, negli aspetti umanitari e nelle convenzioni internazionali.

Il ministero del Petrolio yemenita ha anche confermato che l’attacco riflette la chiara determinazione della milizia Houthi a continuare i suoi attacchi alle istituzioni e alle strutture civili, a destabilizzare lo Yemen, ostacolando qualsiasi soluzione politica e porre fine alla guerra.

Dalla fine della tregua delle Nazioni Unite all’inizio di ottobre, la milizia filo iraniana ha intensificato i suoi attacchi ai porti petroliferi nell’ambito di una guerra economica che sta conducendo contro le risorse dell’economia nazionale.

I droni Houthi hanno attaccato lo stesso porto circa un mese fa, due giorni dopo un analogo attacco era stato lanciato al porto di Al-Nashima a Shabwa, che è stato accolto con una diffusa condanna internazionale come atto terroristico contro l’economia del Paese.

L'Autore

Lascia un commento