"Tutto è fatto per il futuro, andate avanti con coraggio".

Pietro Barilla

Arabia Saudita. Una fatwa assolve le donne senza niqab, ma…

0

Non portare il niqab, la mascherina che nasconde il volto delle donne islamiche, non è peccato e non è neppure peccato truccarsi e usare prodotti di bellezza. Lo stabilisce una fatwa emessa in Arabia Saudita dallo Sheikh Ahmad al-Ghamidi, alto esponente musulmano, ex capo per altro della polizia religiosa, che nell’editto assicura che l’obbligo di coprire il viso non ha alcun fondamento coranico. Una convizione che va al di là delle parole. Al-Ghamadi, per dare l’esempio, ha portato sua moglie a viso scoperto in tv. Uno scoop per il popolare talk show Badria che va in onda la domenica su Mcb. Le polemiche intanto infuriano, gli ultra-conservatori gridano allo scandalo, il religioso è stato minacciato di morte ma comunque sono in tanti ad appoggiarlo e ad esprimergli apprezzamento per il coraggio che ha dimostrato. Al-Ghamadi non è nuovo a uscite illuministe. Tempo fa, fece molto parlare di sé quando sostenne che la musica non è haram, cioè da evitare perché peccaminosa.

Le reazioni alle tesi di Al-Ghamadi

Arabia Saudita, Sheikh Ahmed al-Ghamdi

Sheikh Ahmed al-Ghamdi

Badriya al-Bishr, la popolare conduttrice del talk show in un’intervista ad Al-Arabiya ha riferito che le reazioni alle tesi di Al-Ghamadi sono state largamente positive e che comunque la decisione di mandare in onda un servizio del genere non nasconde nessun intento destabilizzante nei confronti delle convinzioni sociali e delle norme stabilite che non sono in discussione, quanto piuttosto a incentivare il dialogo e il confronto tra le opinioni. “Io ho accolto con grande favore questa opportunità, e sono stata felice di avere l’autorizzazione a parlare con la moglie di al-Ghamidi e di verificarne la piena volontà a prendere parte alla trasmissione”, ha aggiunto la giornalista, che è anche una grande scrittrice saudita e una columnist di Al-Arabiya News, su cui scrive spesso di donne e dei problemi del paese. Nel suo salotto prima di dare la parola ad Al-Ghamadi e alla moglie, Bishr aveva avuto come ospiti la direttrice di Shahd Al-Amin.

Arabia Saudita: grandi prove di apertura

Grandi prove di apertura, segnali di forti mutamenti in atto all’interno della società saudita, che la scorsa estate ha sdoganato la prima anchorwoman senza hijab ma che continua ad arrestare le donne al volante, come è accaduto poche settimane fa a due attiviste di women2drive, ancora in carcere per aver violato il divieto che limita fortemente la libertà di movimento delle donne.

Velia Iacovino

L'Autore

Lascia un commento