La gente ha sempre dichiarato di voler creare un futuro migliore.
Non è vero. Il futuro è un vuoto che non interessa nessuno.
L'unico motivo per cui la gente vuole essere padrona del futuro
è per cambiare il passato.

Milan Kundera

OSCAR 2018. LA FORMA DELL’ACQUA

0

Tutto come era previsto. La notte degli Oscar 2018 non ha riservato sorprese ma rispettato i pronostici dei bookmakers:  La Forma dell’acqua di Guillermo del Toro, già vincitore alla Mostra del cinema di Venezia nel 2017,  ha vinto quattro statuette, tra cui quelle per il miglior film e per la migliore regia.

Soddisfazione anche per l’Italia: il film di Luca Guadagnino, Chiamami col tuo nome, ha vinto l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale firmata da James Ivory. 

Tre statuette minori a Dunkirk di Christopher Nolan, seguito da Tre manifesti a Ebbing, Missouri, che ha vinto per il migliore attore non protagonista e la migliore attrice protagonista.

Con due Oscar invece L’ora più buia, che ha vinto sia per il make up che con il migliore attore, Gary Oldman. Due Oscar anche per Blade Runner 2049, ma non quello per la scenografia che vedeva in corsa l’italiana Alessandra Querzoli. Soddisfazione anche per Coco, il film animato della Pixar, vincitore di categoria e per la migliore canzone originale. Un Oscar e’ andato anche a Get Out, migliore sceneggiatura originale. Un Oscar anche a I, Tonya per l’interpretazione da non protagonista di Allison Janney in una serata che non vede film sconfitti malamente tornare a casa a mani vuote

L'Autore

Lascia un commento