La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

BRASILE. L’EMPEACHMENT DI DILMA UN CASO AL DI LA’ COSTITUZIONE

0

Un video di una rete televisiva brasiliana : “Cosa pensi di Dilma ?” chiede la giornalista a un giovane in una discoteca e il ragazzo risponde “ E’ una incapace che ha rubato i soldi ai Brasiliani e deve andare via” ; la giornalista lo informa che  si e’ conclusa la procedura di empeachment e Dilma è ormai fuori , il giovane balla felice e sorridente. In poche battute viene fotografata l’immagine del sentimento popolare piu’ diffuso  e  aggiungiamo  che  le opinioni correnti vedono come esigenza primaria la cacciata di Dilma e del PT  e contemporaneamente e’ diffusa la sfiducia nella politica in particolare, di tutta la politica.

Discussioni piu’ approfondite avvengono per lo piu’ sulla carta stampata che, ovviamente, viene seguita da una percentuale minima di cittadini. Noi abbiamo alcune domande che per ora non trovano risposte.

La Costituzione brasiliana che valore ha per i cittadini e per la classe politica che li rappresenta?

Dilma e Lula hanno parlato in questi mesi di golpe; il termine è  indubbiamente forte ma più  leggo la carta costituzionale e la legge sulla procedura di empeachment più mi convinco che siamo al di fuori , nel caso in questione, dai casi tassativamente indicati e che’ in realta’si tratta di   un pretesto per mandare via la presidente eletta dai cittadini.

E’ insomma una questione politica. Non sto difendendo Dilma ne’ il PT, sto difendendo e ribadendo un principio sacro per le democrazie: il primato della Legge, garanzia per tutti che in democrazia non sono gli uomini che governano ma le leggi che non hanno colore e non sono patrimonio di una parte. Questo principio fondamentale e’ stato in questa occasione umiliato con largo consenso dei cittadini, anche dei piu’ provveduti. Non importa come , e’ piu’ importante mandare via il PT, Dilma.

Sottolineo solo che questa opinione e’ assai pericolosa e potenzialmente getta per il futuro un vulnus difficilmente superabile. Si pensa che il problema attuale del Brasile sia un partito corrotto e una presidente incapace ?  Le indagini di questi ultimi due anni hanno messo in luce una diffusa corruzione a tutti i livelli e in cui abbiamo visto coinvolti uomini politici, imprenditori, pubblici amministratori, cittadini e abbiamo verificato come la tela corruttiva abbia influenzato il voto e i dati elettorali.

Che significa questo? Significa che la corruzione e’ un dato immanente della societa’ brasiliana, non un dato peculiare della sola classe politica. Abbiamo ben imparato, noi italiani, che nella corruzione c’e’ sempre un corrotto e un corruttore ; l’uno senza l’altro non fanno la corruzione.  Ben venga l’operato della magistratura ma senza una azione culturale e civile nella societa’ brasiliana sara’ scarsamente efficace. Di questo non si parla o se ne parla superficialmente.

Cosa si pensa di un presidente, Temer,  non eletto dai cittadini ma da una manovra di palazzo e che oggi ha una popolarita’ del 13% ?cosa si pensa del fatto che la maggior parte della maggioranza che sosteneva Dilma  due anni fa  e’ la stessa maggioranza che governa oggi  ? quale e’ il programma del nuovo governo ? Temi che non interessanno l’opinione pubblica. Io penso che solo attraverso una approfondita e seria analisi istituzionale e politica nulla cambiera’ ( un Gattopardo in versione brasiliana ? ) e solo con una riforma del sistema politico si possa cambiare una classe corrotta e istituzionalmente deviata.

L'Autore

Lascia un commento