"Tutto è fatto per il futuro, andate avanti con coraggio".

Pietro Barilla

Dopo la Brexit rischio effetto domino in tutta Europa. Tremano i mercati

0

Dopo la  Brexit, rischio effetto domino in tutta Europa. L’uscita della Gran Bretagna potrebbe dare il via ad una catena di altre defezioni: Marine Le Pen già stanotte ha annunciato che chiederà un referendum per chiedere  che anche la Francia esca dall’Europa. Analoghe richieste arrivano dalla Polonia, dall’Olanda e  dalla Norvegia. I vertici dell’Unione intanto si preparano a una serie di riunioni per gestire questa storica e drammatica svolta, che si prevede provocherà a lungo turbolenze sui mercati. Già questa mattina la notizia ha affondato la borsa di Tokyo provocando lo stesso effetto dello tsunami e la sterlina sui mercati asiatici è sprofondata perdendo il 10%.  Male anche la borsa di Shangai con la Cina che aveva puntato sulla Gran Bretagna per costruire un saldo ponte  con l’Europa. Una giornata drammatica per il mondo intero, che cambierà alleanze e futuri scenari con una crescita del potere della Germania nel vecchio continente ma che avrà grandi ripercussioni non solo in Europa ma soprattutto sulla stessa Gran Bretagna, che perderà tra  l’1 e l’8% ( un punto di pil vale 25 miliardi).  La brexit,  secondo le prime analisi del voto – ha vinto il 52% dei sì contro il 48% dei no- è stata soprattutto una scelta di nostalgia:  sul risultato è stato determinante il voto degli anziani e delle fasce più basse della popolazione che sognano il ritorno a una gloriosa Gran Bretagna dei tempi dell’impero e che invece oggi si ritrova all’improvviso ad essere un paese sempre più piccolo, che rischia di sgretolarsi con la Scozia e l’Irlanda del Nord già pronte a chiedere la separazione da Londra. Dal voto britannico di ieri comunque arriva una lezione a tutta l’Unione: la Ue così come è non funziona e va rifondata e riformata.

L'Autore

Lascia un commento