Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta.

Paul Valéry

Lettera a Marino. Salvaci dai rumori (e dai disservizi) dell’Ama. Ti dico come

0

Riceviamo una lettera sui disservizi e l’inquinamento acustico dell’Ama e la rigiriamo al sindaco di Roma Ignazio Marino

Da casa all’Ama

Tutte le mattine veniamo svegliati dall’anacronistica raccolta a domicilio. Durante la notte dalla raccolta vetri per i ristoranti. La mattina siamo costretti alla caccia al tesoro per inseguire piazzole ed orari della differenziata. Al contrario giacciono per giorni rifiuti organici ed indifferenziati negli androni dei palazzi, in secchioni a rete mai chiusi, vere mangiatoie e occasione di sollazzo per i roditori. I rifiuti dei ristoranti vengono trascinati dopo mezzanotte per strada, lasciando tracce di liquami, a veder litigare topi e gabbiani davanti agli occhi meravigliati di avventori e passanti. Sì, questo è quello che viene definito il Centro storico di Roma, la città più bella del mondo.

Se non vogliamo farlo per noi, per i nostri figli, per la nostra salute o per l’immagine che diamo, facciamolo per l’economia! Il turismo rappresenta per la capitale più del 10% del Pil, vogliamo provare a farla funzionare un po’ meglio? Come? I rifiuti non devono giacere mai più in androni, spazi condominiali o ambienti incustoditi. Giornalmente i residenti devono depositarla nei veicoli Ama parcheggiati presso alcuni dei punti già utilizzati per la raccolta differenziata, senza spostarsi , dalle 6.30 alle 11.30, 7 giorni su 7. Il passaggio deve essere diretto ed assistito dalle nostre case sino alla consegna all’Ama.

Un terzo veicolo potrebbe affiancarsi per la raccolta differenziata a giorni alterni, plastica/vetro e carta, negli stessi orari, dal lunedì al sabato. La raccolta dei rifiuti dei ristoranti dovrebbe avvenire in appositi cassoni, come già avviene per il vetro da mezzi che li sostituiscono con altri igienizzati e fanno la spola per un camion più grande senza procedere in loco con enorme frastuono durante le ore notturne e senza manutenzione e pulizia dei cassoni e della strada. Il I municipio deve sostenere questa iniziativa a tutela dell’igiene, dell’ordine e del sonno di residenti e turisti!

Ruggero Donati

L'Autore

Lascia un commento