La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

Tre sparatorie nel centro di Parigi e vari feriti

0

92cca1f16a45a5a95a084d05d50ebe41FRANCIA SOTTO ATTACCO – Diverse sparatorie sono avvenute a Parigi con un bilancio al momento di oltre 60 morti e circa 100 ostaggi: prima in un ristorante nel X arrondissement, poi in una sala da concerti nell’XI arrondissement, poi ancora, a quanto sembra, in un bar dell’XI arrondissement. Contemporaneamente, giunge notizia di almeno tre esplosioni nei dintorni dello Stade de France di Saint-Denis, dove è in corso l’amichevole Francia-Germania. Il presidente Francois Hollande è stato fatto allontanare. Sui luoghi delle sparatorie, diversi corpi di vittime sono distesi al suolo.

Dopo essere stato fatto allontanare per motivi di sicurezza dallo stade de France, nella banlieue di Parigi, il presidente Francois Hollande si sta recando al ministero dell’Interno per una riunione di emergenza dopo le sparatorie contemporanee nel cuore di Parigi. Alla riunione parteciperà anche il ministro degli Interni, Bernard Cazeneuve. Lo riportano media francesi

LE SPARATORIE – Parigi teatro di una serie serie di sparatorie. Una sparatoria a colpi di kalashnikov ha causato la morte di diverse persone in un ristorante del decimo arrondissement della capitale francese. Almeno sette le persone che sono rimaste ferite, aggiunge l’emittente. Una seconda sparatoria è avvenuta stasera a Parigi: al Bataclan, una nota sala di concerti nell’XI arrondissement, non lontano dalla sede di Charlie Hebdo. Secondo testimonianze riportate da radio e tv almeno 50 colpi sono stati sparati nei pressi del teatro. Una terza sparatoria ha avuto luogo sulla rue de Charonne, nell’XI arrondissement di Parigi. Dodici persone sono a terra: è quanto riferisce I-Télé parlando di vittime. Esplosioni sono state udite attorno allo Stade de France, alla periferia di Parigi, dove era in corso l’amichevole Francia-Germania. Secondo le prime notizie, il presidente Francois Hollande sarebbe stato evacuato dallo stadio per motivi di sicurezza. Secondo uno dei testimoni uno degli assalitori avrebbe gridato “Allah è grande”.

FRANCE 24 – La polizia avverte la gente di non scendere in strada: gli assalitori sarebbero ancora liberi per le vie della capitale francese. Si teme per la sorte delle migliaia di persone riunite all’interno dello stadio per assistere alla partita amichevole di calcio tra la nazionale francese e quella tedesca. Gli spettatori sarebbero sul campo.

IL PRESIDENTE AMERICANO – “Siamo vicini al popolo francese. Quanto sta accadendo non riguarda unicamente Parigi o i francesi, ma l’umanità. Siamo pronti a prestare aiuto in ogni modo, in cui ce ne sarà bisogno alla popolazione francese”. A dirlo è Barack Obama, presidente degli Stati Uniti d’America, in una conferenza stampa convocata d’urgenza alla Casa Bianca a Washington.

L'Autore

Lascia un commento