Sogni, promesse volano... Ma poi cosa accadrà?

Gianni Rodari

Yemen: 17 mila casi di tortura nelle prigioni Houthi in 7 anni

0

Oltre all’uccisione di 15 tra giornalisti e fotografi

Una squadra di ricerca per i diritti umani ha documentato che la milizia Houthi, il braccio iraniano nello Yemen, ha commesso più di 17.000 casi di torture nelle sue carceri, oltre all’uccisione di 15 giornalisti e fotografi durante i sette anni di controllo della milizia sulla capitale, Sana’a.

In un discorso davanti al Consiglio per i diritti umani a margine della 51a sessione di Ginevra, il team della Lega per i diritti umani ha dichiarato di aver documentato 17.638 casi di tortura fisica e psicologica nelle carceri della milizia Houthi, inclusi 587 bambini e 150 donne, nel periodo da settembre 2015 a settembre 2022.

Il team ha rivelato che 15 giornalisti e fotografi sono stati uccisi dalla milizia Houthi nello stesso periodo, oltre all’emissione di condanne a morte contro altri che sono ancora detenuti nelle sue carceri. Sono state esaminate le violazioni commesse dalla milizia Houthi contro giornalisti, attivisti, difensori dei diritti umani e civili dall’invasione armata della capitale yemenita, Sana’a, il 21 settembre 2014.

Il team ha invitato il Consiglio per i diritti umani e le organizzazioni internazionali a fare pressione sugli Houthi affinché rilasci tutti i detenuti, fermi le violazioni flagranti contro gli yemeniti e abolisca le condanne a morte contro i giornalisti che sono stati detenuti nelle loro carceri per anni.

L'Autore

Lascia un commento