Ecco qual è il problema del futuro:
quando lo guardi cambia perché lo hai guardato.

Lee Tamahori

Yemen: Houthi annuncia rifiuto implicito di estendere tregua

0

Il “Consiglio politico supremo” degli Houthi ha descritto la tregua come “un’esperienza scioccante e deludente che non si ripeterà in futuro”

La milizia Houthi, braccio iraniano nello Yemen, ha annunciato il 17 luglio il suo tacito rifiuto di estendere la tregua promossa dalle Nazioni Unite con il sostegno internazionale a partire dal primo aprile scorso con scadenza 2 agosto prossimo.

Ciò è avvenuto in una dichiarazione del cosiddetto “Consiglio politico supremo” degli Houthi, che ha descritto la tregua come “un’esperienza scioccante e deludente che non può essere ripetuta in futuro”.

La milizia ha espresso la sua “disapprovazione” nei confronti di chi ha parlato di intese sull’estensione dell’armistizio, in riferimento alle recenti dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, sull’approfondimento e sull’estensione del cessate il fuoco in Yemen.

Il Consiglio politico Houthi ha anche espresso il suo rifiuto di “qualsiasi risultato derivante dalla visita del presidente degli Stati Uniti nella regione”, secondo la dichiarazione.

Il segretario di Stato USA, Anthony Blinken, ha invitato invece la milizia Houthi a mantenere la sua promessa di aprire strade a Taiz nell’ambito dell’accordo di armistizio.

Blinken ha detto, in un tweet di aver discusso con il capo del Consiglio della presidenziale yemenita, Rashad Al-Alimi, sabato a Gedda, dell’estensione della tregua guidata dalle Nazioni Unite per alleviare le sofferenze degli yemeniti.

La milizia Houthi ha finora rifiutato di aprire le strade principali alla città di Taiz, che assedia per l’ottavo anno consecutivo.

L'Autore

Lascia un commento