Ecco qual è il problema del futuro:
quando lo guardi cambia perché lo hai guardato.

Lee Tamahori

Yemen: Masam rimuove 7mila mine a maggio

0

Lo annuncia il progetto saudita per bonificare le terre dello Yemen

Il progetto saudita per bonificare le terre dello Yemen dalle mine (Masam) ha rivelato, di aver rimosso quasi 7mila residuati bellici esplosivi. Questo nelle aree controllate dal governo yemenita riconosciuto a livello internazionale durante il mese di maggio.

Il media center del progetto ha dichiarato nel suo rapporto mensile che ciò che i team tecnici hanno rimosso durante il mese di maggio 2023 ammonta a 3.989 mine. Hanno rimosso anche ordigni inesplosi e ordigni esplosivi, il che porta il totale dall’inizio di quest’anno a 20.465 materiali esplosivi.

Il rapporto ha aggiunto che il totale di ciò che è stato bonificato il mese scorso è stato di 3.239 ordigni inesplosi, 674 mine anticarro, 48 mine antiuomo, oltre a 28 ordigni esplosivi. Liberando un’area di 1.071.596 metri quadrati di territorio yemenita sotto il controllo del governo internazionalmente riconosciuto.

Ha sottolineato che durante lo stesso mese, i team del progetto hanno effettuato operazioni per distruggere un totale di 2.877 mine, ordigni inesplosi e ordigni esplosivi. Hanno messo in sicurezza 14 campi minati nel distretto di Harib del governatorato di Marib. Hanno bonificato anche una fattoria nel l’area di Al-Akbar del distretto di Hays nel governatorato di Al-Hodeidah, dopo averla ripulita da 5 mine.

I team del progetto hanno inoltre proseguito, per il quarto mese consecutivo, il processo di messa in sicurezza e rimozione delle mine nelle più importanti aree archeologiche. Come quella dell’area di Haid bin Aqil nel distretto di Asilan del governatorato di Shabwa, che risale al IV secolo a.C.

Il rapporto ha indicato che il totale che è stato bonificato dal lancio del progetto “Masam” alla fine di giugno 2018 fino ad ora è di 400.070 mine. Sono ordigni esplosivi piazzati a caso dalla milizia Houthi in vari governatorati yemeniti.

Ha affermato che l’area totale bonificata è stata di 46.439.132 metri quadrati, dall’avvio del progetto fino ad oggi.

I rapporti sui diritti umani indicano che la milizia Houthi ha piazzato più di due milioni di mine, uccidendo e ferendo più di 20.000 civili.

L'Autore

Lascia un commento