La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

Yemen: per la prima volta delegazione Houthi a Riad

0

In Arabia Saudita, alla ricerca di una soluzione duratura al conflitto

Il Regno dell’Arabia Saudita ha invitato a Riad una delegazione dei ribelli Houthi dello Yemen proveniente da Sana’a.

L’obiettivo è quello di portare a termine incontri e discussioni basati sull’iniziativa di pace di Riad annunciata nel marzo 2021.

Il Ministero degli Esteri saudita lo ha annunciato giovedì sera 14 settembre sul suo account sulla piattaforma “X”.

Ha spiegato che “si tratta di un’estensione dell’iniziativa saudita annunciata nel marzo 2021. Una continuazione degli incontri e delle discussioni condotte dal team saudita guidato dall’Ambasciatore nello Yemen, Muhammad Al Jaber, con la partecipazione dell’Oman a Sana’a.

In continuazione degli sforzi dell’Arabia Saudita e dell’Oman per raggiungere un cessate il fuoco permanente e globale nello Yemen. Per raggiungere una soluzione politica sostenibile e accettabile per tutte le parti yemenite. Il Regno ha quindi esteso un invito a una delegazione di Sana’a di andare in visita nel Regno per completare questi incontri.

Poco prima due fonti informate avevano spiegato che gli inviati degli Houthi e dell’Oman erano attesi nel Regno, giovedì sera. Per cercare di negoziare un cessate il fuoco permanente.

Le due fonti, collegate ai colloqui, hanno anche aggiunto che i funzionari Houthi si recheranno a Riad con i mediatori dell’Oman a Sana’a.

Una delegazione dell’Oman è atterrata a Sana’a lo scorso agosto per una visita di quattro giorni. Questo nel contesto degli sforzi regionali e internazionali coordinati con le Nazioni Unite. Sforzi volti a spingere per una tregua umanitaria più completa, in preparazione alla ripresa del vacillante processo di pace.

Le Nazioni Unite spingono per un accordo permanente tra gli yemeniti dopo anni di combattimenti.

Nel suo recente briefing al Consiglio di Sicurezza, l’inviato dell’ONU Hans Grundberg ha confermato che le parti in conflitto continuano a mostrare disponibilità a cercare soluzioni. Ma ha sottolineato la necessità di tradurle in passi concreti.

L'Autore

Lascia un commento