Compili il suo pronostico, ci penserà il futuro!

Gianni Rodari

Elezioni Usa. L’ultima carta di Obama è l’appello (rosa)

0

“Votate, votate e votate”. Questo è stato l’ultimo appello del presidente Barack Obama alla vigilia delle elezioni Midterm, che si terranno oggi, alle 19 ora italiane. Un voto che rappresenta l’epilogo di una sfida importante tra i Repubblicani, papabili di conquistare anche il Senato, oltre ad avere già la maggioranza alla Camera, e i Democratici, che continuano a vacillare anche a causa dello scarso appeal del presidente. Ma Obama non ha gettato la spugna e fino all’ultimo si è mostrato convinto di non perdere il controllo del Senato. In che modo? Puntando all‘universo femminile. I riflettori sono stati accesi sul tema della parità dei diritti nel mondo lavorativo, una questione che potrebbe attirare una buona fetta di votanti dalla parte dell’inquilino della Casa Bianca.

Cosa rappresentano le elezioni Midterm?

obama elezioniMa cosa stanno per votare gli americani? Midterm, come sottolinea lo stesso termine, è una votazione che si tiene a metà mandato presidenziale, precisamente ogni quattro anni, e che serve a rinnovare i membri della Camera, 435 per l’esattezza, e un terzo di quelli del Senato, 33 su 100, oltre alle assemblee elettive dei singoli Stati. E in questo contesto la situazione di Obama non è tra le più rosee visto che i Repubblicani, dati ora per vincenti, hanno già strappato agli antagonisti la maggioranza alla Camera. Qualora riuscissero ad avere la meglio anche sul fronte dell’altro ramo del Congresso, al Presidente si aprirebbe uno scenario non semplice. La prospettiva potrebbe infatti essere quella di avere le mani legate nei prossimi due anni di governo e di vedere respinte le proposte che nel futuro potrebbe presentare.

L’asso nella manica di Obama, le donne

E se la questione politica estera, riforma sanitaria o Ebola hanno fatto vacillare la posizione del Presidente, il numero uno della Casa Bianca risponde puntando tutto sul voto femminile. Non è un caso che a pochi giorni dalle votazioni odierne è stata riaperta la questione del trattamento lavorativo delle donne e della disuguaglianza tra l’universo maschile e quello femminile. Come ha ricordato lo stesso Obama, ancora oggi ci sono donne che, per lo stesso lavoro, guadagnano meno dei colleghi uomini e di come queste meritino invece un salario uguale a quello maschile.

Più diritti all’universo femminile

“Dobbiamo alzare la voce per chiedere che le donne vengano pagate abbastanza”. Queste sono state le parole di Obama negli scorsi giorni, aggiungendo anche come la maggior parte dei lavoratori a basso salario sia proprio l’universo femminile. Per ogni dollaro guadagnato dagli uomini le donne americane percepiscono infatti 78 centesimi. E proprio per questo il Presidente ha sostenuto il ‘Paycheck fairness Act’, una proposta legislativa che aiuterebbe le donne ad ottenere una retribuzione più equa, quella che tutte meriterebbero.

Leggi anche:  https://www.futuroquotidiano.com/elezioniusa-democratici-in-crisi-pagano-mancate-promesse-obama/

https://www.futuroquotidiano.com/obama-declino-cominciato-riforma-sanitaria/

 

Sara Pizzei

L'Autore

Lascia un commento