Che ognuno avrà il futuro che si conquisterà.

Gianni Rodari

Un hamburger Houte Couture

0

Se l’aggettivo glam ci ha finora rimandato alla moda, alle passerelle, al rock e a Ziggy Stardust, eccolo che lo vediamo apparire associato ad una pietanza. Siamo al centro di Londra all’ Honki Tonk e lo chef Chris Large ci propone il Glamburger. Niente pailettes nel contenuto, ma manzo Wagyu di Kobe (prelibatezza giapponese), coda d’aragosta, caviale Beluga, sale affumicato dell’Himalaya, cervo neo-zelandese, formaggio al tartufo, bacon inzuppato nello sciroppo d’acero e uova d’anatra ricoperte in foglia d’oro. Anche il pan brioche è aromatizzato con pregiato tè verde giapponese. E per renderlo ancora più seducente non può mancare una spruzzatina di champagne. Quanto costa? 1.100 sterline, circa 1.400 euro. Come dissuaderci dall’hamburger più costoso del mondo? Contiene 2.618 calorie. Del resto glam è anche eccesso… Come dire, questa sera non offro io!

 

 

L'Autore

Lascia un commento