Sogni, promesse volano... Ma poi cosa accadrà?

Gianni Rodari

L’urlo di Aluei: “Scetate Napule!!!”

0

L’artista napoletano Aluei, al secolo Louis Siciliano si è esibito davanti al grande pubblico della “Notte della Tammorra” importantissimo evento della stagione musicale italiana sotto la supervisione del direttore artistico Maestro Carlo Faiello, eseguento in anteprima assoluta il suo brano-manifesto “O secret e’ pullecenella”, una suggestiva tammurriata post cibernetica sul grave scandalo ambientale della Terra dei fuochi e sulle sue coperture. Con ” Scetate Napule!!!” Aluei ha invitato gli spettatori a mobilitarsi. Questa è solo una delle sette canzoni-bomba che faranno parte del nuovo album di questo sciamano post moderno, attualmente in produzione. Poche le indiscrezioni. Sarà un viaggio che è anche un ritorno alle origini, alla lingua napoletana e alla tradizione vesuviana. Un viaggio che numerologicamente ruoterà attorno al numero 7. Che coniugherà sonorità ancestrali alle nuove frontiere del suono elettronico, dando spazio ad una voce particolarissima che ha fatto gridare al miracolo citando in causa il grande Demetrio Stratos.

[tentblogger-youtube bSa2-794otM]

Nell’intensa e suggestiva performance di questo gitano del suono, si è potuto apprezzare per la prima volta, la sua watermute, una sordina ad acqua per tromba. Perché Aluei è anche inventore di sonorità inedite e nuovi strumenti musicali, realizzati magistralmente dallo scultore e liutaio Gabriele Bombardi. Con Aluei sul grandissimo palcoscenico allestito sul lungomare di Napoli, tanti insigni musicisti, ognuno con la propria identità musicale e la propria visione ma tutte accordate sulle belle frequenze e sul ritmo energetico e pulsante della tradizione Vesuviana. Ma ancora una volta ALue non ha deluso le attese, regalando momenti di trance e liberazione, catalizzati dalla sua particolarissima voce, che rievoca i rockers di Woodstock, gli sciamani del Sudamerica, i monaci tibetani e i folkloristici venditori ambulanti del mercato del pesce di Napoli. Ora si aspetta questo nuovo album che, sappiamo già, sarà ancora una volta un viaggio ricco di emozioni e di carica positiva all’insegna dell’impegno sociale, della no violenza e del cambiamento.

L'Autore

Lascia un commento