La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

“Omicidi all’acqua pazza” di Umberto Cutolo. Un gastrothriller ambientato a Furore

0

… un gastrothriller ambientato sul Fiordo di Furore…… un cuoco che odia gli chef e ama i misteri…
… un maresciallo che è un raffinatissimo gastronomo… una bella turista che viene trovata impiccata alla balustra del ponte…Omicidi all’acqua pazza di Umberto Cutolo, un grande giallo ambientato a Furore, splendido borgo della Costiera amalfitana. Dopo la presentazione l’11 maggio Furore,…il libro è stato stato presentato a Roma il 5 giugno presso la libreria IBS+Libraccio di Roma, in via Nazionale. Insieme all’autore, la giornalista e scrittrice Cinzia Tani.

Una donna viene trovata impiccata al ponte che scavalca il Fiordo di Furore, nel più arcano e incantato sito della Costiera Amalfitana. Il marito, con il quale era stata vista litigare la sera prima nel vicino Hotel Furore, è scomparso nella notte ed è ricercato dai carabinieri come principale indiziato. Ma Omero Sgueglia, il cuoco dell’albergo, che detesta gli chef e i turisti quanto la cucina alla moda, non è convinto e confida al maresciallo Di Salvo le sue «punture di spillo». La soluzione arriverà all’ultima pagina, dopo un crescendo di colpi di scena e una sfilata di personaggi particolari, inzuppati nell’ironia. Il romanzo è il primo di una trilogia,
I delitti della Costiera.

Umberto Cutolo è nato a Roma nel 1946. Per mezzo secolo ha praticato la professione di giornalista,
attraversando di tutti i settori e arrivando a dirigere l’Adn Kronos, l’ufficio stampa dei ministeri
del Mezzogiorno e dei Trasporti e i mensili dell’ACI, L’Automobile e HP Trasporti. Lettore incallito
fin dall’età di quattro anni, è passato indifferentemente dalla saggistica alla narrativa. Ha scritto
alcuni racconti umoristici e una biografia autorizzata, Eleuterio Arcese, il romanzo di una
vita, il successo di un’impresa (Giordano Editore), e un saggio storico-politico, Quando nacque
l’Italia dei trasporti (Marsilio Editori). Ha vinto il Premio letterario Coppedé – Premio speciale
del II Municipio di Roma.

Umberto Cutolo con questo giallo si è aggiudicato il premio A.P.E (Ambasciatori e Protagonisti dell’Eccellenza) assegnato dalla giunta comunale di Furore per l’anno 2017, un riconoscimento che viene assegnato a chi, nei vari settori – dall’economia alla cultura, allo sport, al turismo- dà lustro in maniera eccellente a questo splendido borgo della Costiera Amalfitana.

L'Autore

Lascia un commento