Il futuro entra in noi, per trasformarsi in noi,
molto prima che accada.

Rainer Maria Rilke

Rinasce il “Salone Margherita” con un omaggio al Bagaglino

0

Un luogo cult per l’avanspettacolo italiano che rinasce. Un luogo dove assistere a uno spettacolo comico o burlesque, un concerto, visitare una mostra, studiare recitazione. È il “nuovo” Salone Margherita, presentato ieri in una conferenza stampa-show nella storica sala liberty di via dei Due Macelli a Roma. Anima del rinnovato Salone e nuovo direttore artistico, l’attore e comico Enzo Iacchetti, insieme al produttore teatrale Nevio Schiavone, dallo scorso aprile patron e proprietario, e Demo Mura, attore e autore, che avrà il ruolo di consulente artistico. Insieme a loro Leonardo Vescera, chef stellato che abbinerà i suoi piatti agli spettacoli in scena. “È una delle strutture più belle d’Italia, una sfida con tanti sapori, bella, emozionante, affascinante – spiega Iacchetti – La stagione teatrale altro non è che parte integrante di una struttura completissima”.

pingitore

Pier Francesco Pingitore, anima storica del “Bagaglino”

Per Schiavone “essere qui a presentare la nuova stagione dopo la ristrutturazione in pochi mesi è un miracolo. Il Salone sarà un nuovo contenitore per Roma, di arte, spettacolo, ma anche gastronomia, per questo abbiamo ristrutturato le antiche cucine. È una scommessa impegnativa – chiosa – speriamo il pubblico sia il più ampio possibile”. Ed è questo obiettivo a plasmare il cartellone, mix tra la storia del Margherita e dello spettacolo italiano, e gli emergenti del cabaret televisivo e teatrale. Ad aprire la stagione 2014/15, il 10 dicembre, è infatti l’omaggio al Bagaglino, padrone di casa per 46 anni, con Pierfrancesco Pingitore e il suo “La Grande Risata”, con Martufello, Pamela Prati, Mario Zamma, Carlo Frisi, Demo Mura e Manuela Zero. Tornano on stage anche artisti di lungo corso come Giobbe Covatta, con “Sei Gradi”, Francesco Paolantoni e Stefano Sarcinelli con “Il numero uno”, Leonardo Manera, da Zelig, con “Segnali di vita” e Sasà Salvaggio, in “I miei primi 20 anni”.

Tra i “nuovi” spiccano Baz, beniamino del pubblico televisivo di “Colorado”, e il suo “Baz live in Roma”, i Ditelo Voi, provenienti da “Made in Sud”, con lo show “Komikaze”, le “Scemette”, settetto tutto al femminile che arriva da Zelig Cabaret. Burlesque in scena con “Caburlesc” di Maria Bolignano e i “Lunedì” vintage in collaborazione con il Micca Club, mentre lo stesso Demo Mura si lancerà nella proposta teatral-gastronomica di “One man chef”.

L'Autore

Lascia un commento