La miglior cosa del futuro è che arriva un giorno alla volta.

Abraham Lincoln

Se le incontri evitale. Le categorie di donna da bandire necessariamente dalla propria vita

0

Essere uomo deve essere una cosa faticosissima. Mi sforzo spesso di pensare cosa voglia dire sognare solo Master League, Serie A, accarezzarsi la barba e sveltine domenicali e ritrovarsi a combattere con cicli, feroci accuse per non aver notato le nuove sopracciglia e loschi tranelli per scoprire se quella che ha messo il like sotto la foto è un’amante o una qualsiasi utente Facebook. Ma non ci riesco, perché, purtroppo per me, alla nascita mi hanno regalato un paio di ovaie, quindi sono obbligata a non riuscire a comprendere fino in fondo la difficoltà di comunicazione e comprensione tra i sessi. Esiste però un vademecum da me stilato per migliorare la qualità della vita dell’intero genere umano, oltre che della specie maschile. Come primo consiglio suggerirei ovviamente di fidanzarsi con me, ma purtroppo sono già impegnata, quindi proporrei un surrogato, nel caso non fosse ancora disponibile ecco quali sono le donne da evitare accuratamente per regalarvi un futuro migliore.

1.

L’erede di Paris Hilton: sarà pure vero che ameno una volta nella vita tutti dovrebbero andare a letto con barbie ma io lo sconsiglio vivamente. A meno che nella vostra lista dei desideri non ci sia essere svegliati in piena notte perché il chiwawa ha l’ansia, anche perché probabilmente il suono che emette non è ansia ma il soffocamento dovuto al gilet di paillette che indossa giorno e notte. Vi intrappolerà nel rosa, si farà la doccia con il bagnoschiuma al cappuccino e non ve la darà se si è appena andata a fare la colata di gel per paura di perdere un’unghia. Potrebbe avere le ciglia finte e spaventarvi molto struccata.

2.

yoga angolo lateraleLa sportiva/salutista: mangia cibi da roditori, ha una passione smodata per i germogli di soia e si fa lo shampoo solo col bicarbonato. Quando vorrete stare a letto vi obbligherà a correre, quando vorrete correre (per scappare) vi obbligherà a prestazioni sessuali che somigliano più a combattimenti tra galli che altro. Se le finite l’orzo vi darà un pugno, se mangiate una crostatina vi obbligherà a fare una spaccata. Ha un pessimo look, indossa scarpe con ammortizzatori, non so se mi spiego.

3.

L’esule: si è trasferita in città dal suo paese oltreappenino ma si comporta come un’esiliata. Mangia solo soppressate o cibi che la madre (che poi è la sua fotocopia coi baffi) le spedisce regolarmente insieme a capi firmati di un’epoca non ben identificata.
Non sta attraversare la strada, si stupisce dell’esistenza degli scippi, si perde almeno otto volte al giorno e si stupisce di non incontrare i pastori la domenica mattina. Pronuncerà per sempre la D al posto della T e le cresceranno i baffi, proprio come a sua madre.

4.

L’ “hai detto gusto”?: lei è romantica. Giuliano Sangiorgi, se avesse una Smart, sarebbe il suo uomo ideale e crede che Modugno abbia rifatto Meraviglioso dei Negramaro. Si innamora di tutto basta che il sottofondo musicale sia tendenzialmente scadente e che tu abbia una Smart, o l’abbia avuta, o abbia intenzione di possederla (la Smart non lei, figurati). Probabilmente da giovane si è tatuata da qualche parte una stella con le iniziali o del suo ex, o delle sue amiche, o della sua famiglia. O in alternativa VIVIMI SENZA PAURA sotto l’avambraccio. A me fa orrore.

calcio-e-coppia

5.

L’inopportuna per eccellenza: non capisce niente di calcio, parla mentre Fabio Caressa e Beppe Bergomi dicono cose importantissime chiedendo continuamente “noi di che colore siamo?”, “da che lato dobbiamo fare gol?”. Lei il fuorigioco non lo capirà mai che cos’è, un po’ come Higuain quando mi obbliga a imprecare, ma lei non è un campione mai lo diventerà. Come se non bastasse tenterà sempre di litigare durante le finali di Champion’s e per farvi piacere vi regalerà i biglietti della partita del cuore cantanti/attori. La odio, più di tutte!

 

Martina Di Matteo

L'Autore

Lascia un commento