La mutilazione per cui la vita perdette quello che non ebbe mai,
il futuro, rende la vita più semplice,
ma anche tanto priva di senso.

Italo Svevo

L’acqua per pulire l’aria. Un brevetto italiano tutto green

1

Tornare a respirare aria pulita in ogni ambiente? Tra le mura di una fabbrica come negli uffici pubblici, nelle scuole come nelle piazze e nelle strade delle nostre città? Non è un’utopia ma una realtà ormai prossima a concretizzarsi grazie a Apa (Abbattimento polveri atmosferiche), una straordinaria, geniale e rivoluzionaria tecnologia messa a punto da una startup innovativa italiana, Is Clean Air (www.iscleanair.com). Il brevetto è destinato a incidere notevolmente su uno scenario basato su tecnologie tradizionali ‘a filtro’, dominato da pochi top player. Is Clean Air propone un approccio nuovo, con impatto ambientale molto più ridotto, vicino allo zero: gli impianti APA, distribuiti nelle aree d’utilizzo, creano delle bolle di aria purificata nello spazio circostante al sistema, per un raggio di aria depurata dagli inquinanti pari a circa 25 – 28 metri. Il tutto si basa sull’utilizzo di acqua, senza alcun additivo o sostanza aggiuntiva, con consumi d’energia molto contenuti. Tra gli altri vantaggi: semplicità di produzione, installazione, gestione e manutenzione, dimensioni ridotte e flessibili in base all’ambito di utilizzo e alle prestazioni richieste, modularità, scalabilità e flessibilità d’impiego. L’insediamento dell’impresa sarà a Rovereto. L’area di Trento è nota e riconosciuta come una delle aree d’Europa e del mondo più avanzate per la fertilità e l’attenzione alle tematiche dell’innovazione, della tecnologia, della Green Economy. Oltre all’attività di produzione, nell’insediamento di Rovereto saranno svolte le funzioni di R&D evolutiva, di design, di progettazione industriale e di commercializzazione per le azioni di sviluppo operativo sul mercato italiano e sulle aree più interessanti di prossimità. L’internazionalizzazione del prodotto servizio sarà invece affidata a partenariati, joint venture, licensing e modelli di e co-development in relazione alla proprietà intellettuale detenuta e generata.

L'Autore

1 commento

  1. roberto ravanelli il

    La stessa descrizione in ogni quotidiano o organo di informazione..preso pari pari dalle dichiarazioni del produttore.
    Ricordo solo che l’apparecchio è in grado di pulire ca 2350 metri cubi di aria all’ora; ossia ciò che un aspiratore di piccola potenza è in grado di fare. E’ difficile immaginare 30 metri di aria pulita attorno alla macchina in un centro città trafficato. Inoltre il prezzo non è scritto da nessuna parte

Lascia un commento