"Tutto è fatto per il futuro, andate avanti con coraggio".

Pietro Barilla

Odi gli spoiler? Google risolve il problema

0

Per tutti quelli che odiano gli spoiler, che la mattina aprono con timore Facebook o Twitter per paura di trovare antipatiche anticipazioni su puntate di serie tv non ancora viste… c’è una nuova speranza. Google viene incontro alle preghiere degli appassionati con un’idea.

Spoiler alert!

spoilerOggi lo spoiler di film, libri, fumetti, ma soprattutto di serie tv, a causa della profonda diffusione dei social network che permettono l’accesso ai contenuti e il collegamento con le pagine ufficiali e non di programmi, serie tv e film, è diventato invadente. Spesso lo spoiler alert è del tutto assente. A volte sono semplici errori, a volte voglia di battere sul tempo con notizie brucianti, a volte invece è un dispetto, altre un divertimento generalizzato di alcuni disturbatori. Fatto sta che lo spoiler è diventato un reale problema.

Il caso The Walking Dead

Il caso più eclatante di spoiler viene dalla serie tv cult The Walking Dead, incentrata sulle avventure di un gruppo di sopravvissuti che devono resistere a un mondo in decadenza invaso dagli zombie. Serie famosa, una delle più seguite, una che sarà delle più longeve – ha già superato il fumetto da cui è tratta – e una delle più spoilerate. L’ultimo scandalo arriva alla fine della mid-season della quinta stagione: l’account ufficiale della serie aveva svelato la morte di uno dei protagonisti con una foto che non lasciava adito a dubbi, rovinando la sorpresa a tutti gli spettatori della costa Ovest e chiaramente a tutti gli appassionati in giro per il mondo.

Game of Thrones
spoiler

Game of Thrones è appena stato vittima del più immenso degli spoiler: il primo episodio è stato reso disponibile online nel momento stesso in cui è stato trasmesso negli Stati Uniti, causando una fuga di notizie spoilerose sin dalle prime luci dell’alba. Un’invasione di post e immagini, di titoli svelatori e commenti carichi di informazioni che nessuno ha potuto evitare. Nessuno tranne chi quella puntata è riuscita a vederla in diretta.

Contro lo spoiler

C’è chi si costringe per ore e ore, o anche per giorni, a non aprire i social network, a spegnere il pc, disattivare le notifiche sugli smartphone, resistendo alla tentazione di gettare lo sguardo su qualche tweet dell’ultimo minuto. Chi ha deciso coscientemente di smettere di seguire pagine dedicate alle serie tv, perché a volte è più forte di loro lasciar andare quello spoiler… la voglia di condividere una notizia bollente è difficile da combattere anche per i più ligi al dovere. Oggi si può vincere la tentazione, e tornare a seguire le pagine senza nessuna preoccupazione, grazie a chi a questo problema ha trovato una soluzione aggressiva, drastica ma sicuramente efficace.

Google e il magico filtro

spoilerGoogle ha pensato bene di proporre una soluzione, salvando tutti gli “spoilerhater” del pianeta. Sta infatti lavorando su un filtro che può identificare e bloccare sul tempo tutti gli spoiler dell’interminabile flusso di post sui social network, questo a seconda di fuso orario e messa in onda, rilasciandoli poi solo nel momento in cui si arriva in pari con le puntate. Un meccanismo molto complesso che dovrebbe interpretare il contenuto del post e bloccarlo fino al momento giusto. Insomma una censura a fin di bene. Poi certo, chi ama gli spoiler potrà sempre cliccare, a suo rischio e pericolo ovviamente. Uomo avvisato, mezzo salvato.
Ilaria Pasqua

L'Autore

Lascia un commento